SINTESI


Pro
: divertente, originale, frenetico: un party game efficace.

Contro: non adatto ai deboli di cuore!

Consigliato a: più rapido dire per chi è sconsigliato… se cercate logica e strategia ben ponderata, alla larga.

Valutazione Globale
Realizzazione
Giocabilità
Divertimento
Longevità
Prezzo

Idoneità al solitario:
discreta

Incidenza della fortuna:
sufficiente

Idoneità ai Neofiti:
elevata

Autore:
Kasper Lapp

Grafica ed illustrazioni:
Gyom

Anno:
2017

Magic Maze è un frenetico e divertente gioco cooperativo per 1-8 giocatori dagli 8 anni in su, recentemente pubblicato in Italia da Ghenos Games. Non lasciatevi ingannare dalla classica trama fantasy (invero appena abbozzata), che potrebbe far pensare al “solito” dungeon crawler con tanto di barbaro, nano, elfo e mago. Niente di più falso: il tema è in questo caso principalmente un pretesto per introdurre un gioco basato su collaborazione, rapidità e colpo d’occhio veramente originale.

Unboxing in corso…

Nel vostro abituale gruppo di gioco c’è un amico logorroico e affetto da paralisi da analisi cronica? Non fatelo giocare a Magic Maze. Vediamo perché…

Unboxing

Il contenuto della scatola risulta ben curato e ergonomico. Le tessere che formano il tabellone di gioco sono di spesso cartone, come pure le carte azione che ricorderanno ai giocatori quali sono le azioni a loro concesse; i segnalini degli avventurieri, in legno, sono dotati di etichette per i discromici, un’attenzione che sempre più spesso troviamo nei giochi di ultima generazione e che merita il nostro plauso. Bello il “pedone” rosso davvero enorme usato per invitare un giocatore all’azione… giustamente robusto, visto che, presi dalla concitazione, spesso e volentieri finirete per sbatterlo sul tavolo! Discreta la clessidra, ci è sembrato che si inceppi qualche volta di troppo, ma potrebbe essere un piccolo difetto della nostra copia. Ottimamente tradotto e chiaro il manuale.

Buoni materiali, grafica ok!

La grafica è semplice ma curata, e soprattutto chiara anche per un bambino: insomma, unboxing superato quasi a pieni voti, anche in considerazione del prezzo contenuto.

Il gioco

Magic Maze è una corsa contro il tempo, come vi ha giustamente suggerito la presenza della clessidra che, per vostra informazione, “dura” poco meno di 3 minuti. L’intera partita invece si svolge in meno di un quarto d’ora: in questo breve lasso di tempo farete del vostro meglio, insieme ai vostri compagni di gioco, per:

  1. far arrivare i quattro ladri-avventurieri ai rispettivi negozi di equipaggiamento presenti nel mercato;
  2. operare in simultanea il furto;
  3. raggiungere l’uscita entro lo scadere del tempo.

Tutto questo in tempo reale, ovvero senza i classici “turni”: potrete svolgere le azioni in simultanea, e dovrete farlo alla massima velocità possibile! Tutti potrete muovere ciascuno dei personaggi.

Il setup è rapido… in questa partita a due giocatori sarò responsabile per i movimenti verso Nord e Est, e addetto ai teletrasporti!

Ok, vi starete chiedendo: e dov’è la difficoltà? Semplice: ogni giocatore può svolgere solo alcune azioni… e (rullo di tamburi)… non potrete parlarvi!!!

Proprio così. In base al numero di giocatori prenderete il corretto numero e tipo di tessere azione, distribuendone una a testa (ma potreste anche sceglierle, in modo da dare ai bambini eventualmente presenti quelle più semplici). Le azioni sono:

  • movimento verso “nord” (la tessera di partenza mostra l’orientamento da usare come “riferimento” per le azioni di movimento)
  • movimento verso “est”
  • movimento verso “sud”
  • movimento verso “ovest”
  • esplorazione di una nuova zona del mercato (deve effettuarla la pedina del colore corrispondente alla casella perimetrale da cui si vuole esplorare!)
  • passaggio da una “scala mobile” (ok, strano mercato fantasy… ma ve l’avevo detto che il tema era solo accennato!)
  • attraversamento di un “portale magico”, il tipico “teletrasporto”: anche in questo caso solo la pedina del colore corrispondente al “vortice” può passarci, e una volta avvenuto il furto questa azione diventa proibita.

Le caselle colorate quadrate coi simboli dei personaggi sono i posti in cui rubare l’agognato equipaggiamento…

A seconda del numero di giocatori, potrete avere a vostra disposizione un numero variabile di azioni, da un minimo di una a un massimo di quattro. Se si gioca in tanti ciascuna azione di movimento può essere svolta da due diversi giocatori. Potrete parlare prima dell’inizio del gioco e tutte le volte che attiverete con un personaggio la tessera clessidra, che permette di capovolgere la clessidra (usatelo quando è quasi vuota!!!), ma in questo secondo caso mentre parlate non potete effettuare azioni e il tempo scorre. E’ vietato anche scambiarsi dei segnali convenzionali. A detta del regolamento avete solo due opzioni:

  • fissarvi intensamente (!!!)
  • utilizzare il grosso pawn rosso collocandolo davanti al giocatore che deve fare qualcosa di urgente (e di cui non si è accorto)

Fine del primo scenario con tre giocatori: missione compiuta!

Ora vi chiediamo di immaginare la situazione.

Inizia la partita, la sabbia della clessidra inizia a scorrere.

Per prima cosa è necessario esplorare il mercato fino a trovare i quattro negozi di equipaggiamenti, per poi portare ciascun personaggio nel negozio giusto (non sia mai che un barbaro rubi una pozione magica: gli effetti potrebbero essere terribili!). Supponiamo che la vostra tessera riporti le azioni “movimento verso nord” e “passa dalle scale mobili”: cercherete di osservare più o meno in contemporanea i quattro personaggi, cercando quelli che sarebbe utile si spostassero verso nord o bloccati da una scala mobile… ma spesso e volentieri noterete che la vostra azione è bloccata da quella di un altro giocatore, che magari deve prima spostare una pedina di una casella verso ovest. Allora lo fisserete intensamente. Poi presi dall’esasperazione (lui sta guardando il mago!) prenderete il pedone rosso e lo metterete davanti a lui… niente, ora sta muovendo il nano! Nel frattempo vi accorgete che l’altro compagno di gioco vi sta guardando MOLTO fissamente da 10 secondi, e ora prende il pedone rosso e ve lo scaraventa addosso, perché mentre aspettavate non vi siete accorti che c’era il barbaro che doveva salire una scala mobile!

Arrivati ai negozi scatterà la fuga: ma avete già trovato tutte le tessere uscita? e il tempo scarseggia…

La casella clessidra una volta utilizzata viene contrassegnata da una croce, a indicare che non può essere riutilizzata: usatele bene!

Calcolate che quello che abbiamo descritto è solo lo scenario introduttivo: ce ne sono 7, seguiti da altri 10 che formano una vera e propria “campagna”. Le regole peculiari di ogni scenario regalano varietà e nuovi problemi da superare, e incrementano la difficoltà in modo progressivo, in modo da offrire sfide adatte a ogni età e a ogni… prontezza di riflessi! In particolare nei primi 7 scenari vengono aggiunte progressivamente nuove tessere a quelle disponibili, rendendo il mercato-labirinto sempre più grande e introducendo nuove regole. Ad esempio nel primo scenario tutti i personaggi possono uscire da una sola uscita, mentre già nel secondo ognuno dovrà raggiungere quella del proprio colore. Andando avanti verranno introdotte addirittura regole specifiche per i quattro personaggi, che conferiscono loro abilità uniche: ad esempio ci sono dei passaggi molto ristretti che sono esclusivo appannaggio del nano. Insomma: la concitazione al tavolo sarà in costante aumento! E il silenzio in cui si deve svolgere la partita aggiunge emozione e tensione…

E’ prevista anche una modalità di gioco in solitario, ma sinceramente non ci sentiamo di includere Magic Maze in quella categoria di giochi: certo, è una gradita aggiunta, può essere un buon esercizio per i riflessi e un occasionale passatempo, ma Magic Maze va sicuramente assaporato in compagnia.

Conclusioni

Sconsigliato ai deboli di cuore, e a chi cerca un tipico eurogame basato sul ragionamento e sulla logica! Detto questo, Magic Maze è un’esperienza originale e memorabile, un party game per (quasi) tutti, che divertirà grandi e piccini. Adatto al gioco in famiglia, educativo, rapido da apparecchiare  può anche essere utilizzato come filler per esaurire le ultime energie dopo una maratona di giochi seri e cervellotici. Alla lunga potrebbe diventare ripetitivo, ma tutto considerato si tratta di un difetto abbastanza veniale per questa tipologia di gioco.

Il costo, molto contenuto, di 25€, lo rende estremamente appetibile per un regalo diverso dal solito, che sarà quasi certamente apprezzato.

Ringraziamo Ghenos Games per la review copy usata per la recensione.

PS   Se il gioco fosse troppo difficile per i vostri riflessi da bradipo nessun problema: basta acquistare in qualsiasi negozio specializzato una clessidra da 4 o 5 minuti, al posto di quella in dotazione da 3!

PS bis   Aggiungiamo una regola: è VIETATO tirare il pedone rosso! VIETATO!!!!!!!

Ti interessa qualche altro gioco? Forse lo abbiamo già recensito…

Mi trovi su:

CptWasp

Luca, “the Engineer’s Speech “

vedi la biografia >>
Mi trovi su:

Ultimi articoli di CptWasp (vedi tutti)