Insieme a Roma, Venezia è sicuramente la città italiana più conosciuta e ammirata in tutto il mondo, con i suoi calli, le sue gondole e il suo fascino unico e indiscutibile. Non ci sorprende quindi che proprio un editore taiwanese abbia scelto una (anzi -per amor di precisione- quattro) delle sue isole più caratteristiche come ambientazione per un gioco da tavolo.

Così, se Murano è già stata sfruttata dai Brand (la coppia tedesca che, tra gli altri, ha ideato Village e La Boca), allora diventa quasi inevitabile che questa volta sia il turno di Burano, altra isola multicolore celebre per la pesca e la lavorazione artigianale dei merletti.

Proprio le sue case dai molteplici e sgargianti colori devono aver stuzzicato la fantasia degli autori Tseng e Lin: è nato così un titolo per 2-4 giocatori, di stampo prettamente teutonico, caratterizzato da una piramide di cubi di legno di dimensioni importanti e in 6 colori differenti, che fanno da motore per la selezione delle azioni e la costruzione degli edifici, i quali a loro volta si trasformeranno in bonus e in punti vittoria.

E poi ci sono merlettaie e pescatori da far lavorare, e tetti da costruire per proteggere le case: insomma, una bella “insalatina” di elementi (e alla fine di punti) di cui i giocatori devono sempre tenere conto.

Se a questo punto volete saperne di più, vi invitiamo a guardare il nostro videotutorial con tutte le regole del gioco in dettaglio e magari, approfittando degli ultimi scampoli d’estate, concedervi una bella gita in laguna.

bridget

bridget

Chiara, “the Tutorialist”

vedi la biografia>>
bridget

Ultimi articoli di bridget (vedi tutti)