Ne abbiamo già parlato in passato, quando abbiamo recensito Mythomakya: la tradizione fumettistica italiana è di primissimo ordine e non stupisce quindi che un numero sempre crescente di disegnatori stia arricchendo con le sue opere il mercato in crescita dei giochi da tavolo.

In un paio d’anni, Mirka Andolfo, Gianni “Gipi” Pacinotti, Paolo Parente, Simona “Felinia” Zulian e -attraverso l’illustrazione-simbolo dell’ultima edizione di Lucca Comics & Games- Michele “Zerocalcare” Rech sono approdati nel settore, senza dimenticare che proprio all’interno della celebre manifestazione toscana è stato presentato ufficialmente il gioco da tavolo di Zagor (trovate la nostra anteprima qui) su licenza di Sergio Bonelli Editore.

Questa volta è il turno di Davide “Daw” Berardi che, con la sua tipica ironia surreale e un po’ nonsense, ha illustrato Misantropia, party game d’esordio di Francesco Stefanacci, pubblicato in Italia da CosplaYou. Il gioco è ambientato nella vita quotidiana dei partecipanti ed è fatto di posti di lavoro stressanti, amici e nemici esauriti e… tante nevrosi e fobie assortite, che bisognerà superare (e soprattutto interpretare…) per vincere!

E adesso, se non soffrite di televisiofobia (per la cronaca, questa fobia esiste davvero!) e volete saperne di più, guardate il nostro videotutorial.

P.S.: per amor di precisione, ricordiamo inoltre che è stata realizzata una serie di 3 carte promo per Misantropia da un altro celebre fumettista italiano, Simone “Sio” Albrigi.

bridget

bridget

Chiara, “the Tutorialist”

vedi la biografia>>
bridget

Latest posts by bridget (see all)