SPIELBOX” è forse la rivista sui giochi da tavolo più nota al mondo. Iniziò infatti le sue pubblicazioni nel 1981 e da allora ogni due mesi è sempre stata un punto di riferimento per tutti i giocatori che … conoscono la lingua tedesca! Fortunatamente dal 2010 viene pubblicata anche una versione in inglese (che non è necessariamente identica a quella in tedesco) e questo ha permesso una sua diffusione ancora più capillare in tutto il mondo.

La caratteristica più apprezzata dai lettori, oltre alla lettura di recensioni molto equilibrate fatte da giocatori molto esperti, è che ogni titolo proposto riceve un voto da 1 a 10 non solo dall’articolista, ma anche da parte di altri redattori, per cui il valore medio è abbastanza coerente. Ogni numero contiene solitamente qualche “omaggio”: un gioco in inserto, una plancia di tessere per varianti di giochi esistenti, delle carte , ecc. ma dal 2017 il grosso di questi “goodies” viene concentrato sul settimo ed ultimo numero dell’anno, disponibile solo per gli abbonati.

In questo quinto numero del 2018, in coincidenza con la Fiera di Essen, la rivista contiene però due inserti : il primo è una plancia extra per il gioco Railroad Ink che vedete nella foto qui sopra.

 

Il secondo, lo vedete qui a sinistra, consiste di una carta “Goal”per il gioco Catalyst.

Come sempre poi le pagine della rivista ci offrono le recensioni di alcune novità uscite negli ultimi mesi fra cui: Wildlands, Century: Eastern Wonders, Lowlands, Paper Tales, Gaia Project,  Mercado, The Sands of Time, Spirit Island, Watson & Holmes, Rising Sun, ecc.

Nella parte centrale della rivista si parla poi di una parte dei nuovi giochi in arrivo ad Essen (e che tutti gli editori hanno naturalmente inviato alla redazione molto in anticipo rispetto alla Fiera) elencati secondo l’ordine alfabetico delle ditte che li pubblicano.

Ci sono anche alcune recensioni più brevi (Claim, Moorea, Anchors Aweigh, Piepmatz e Wallet), un articolo sull’espansione  di Lorenzo il Magnifico: Houses of Renaissance, la solita carrellata di titoli per bambini e le usuali rubriche, fra le quali segnaliamo soprattutto “Tweaks and Variations”: in questa sezione vengono infatti presentate varianti o correzioni di alcuni giochi per renderli più interessanti o competitivi.

Completano la rivista un commento piuttosto salace sul premio DSP (Deutschen SpielePreises) e, più in generale, sul come vengono votati premi, classifiche, ecc; una intervista a Hilko Drude (insegnate di lingua e inventore di giochi); un interessante articolo sul Copyright e le conseguenze sui diritti degli autori di giochi (con alcune foto di Alex Randolph, il primo a diventare autore professionista ed a vivere di questo mestiere, grazie al successo internazionale della sua prima pubblicazione, Twixt) e, per finire, un “curioso” articolo su due giocatori tedeschi, Tanja e Marcus Meusel, che si sono presi lo sfizio di visitare tutti i paesini citati da Uwe Rosenberg nel suo gioco Fields of Arle!!!

 

Potete vedere la lista completa degli articoli e delle recensioni, insieme al voto medio ed ai nomi di tutti gli autori, collegandovi al sito BigCream.

 

Obelix

Obelix

Pietro, “BigCream”

vedi la biografia>>
Obelix

Latest posts by Obelix (see all)