“VAE VICTIS” è una rivista bimestrale francese dedicata ai wargames: iniziò le pubblicazioni nel 1995 sotto l’egida di Histoires et Collections (specializzata in libri di storia e di collezionismo) ma con il numero 122 essa passò direttamente nelle mani del suo Editore in Capo, Nicolas Stratigos, e per i colori della nuova casa editrice Cérigo Editions. Nella prima parte di ogni numero sono pubblicate delle recensioni approfondite su un buon numero di wargames, precedute da una carrellata sulle novità appena uscite ed accompagnate da scenari per giochi già in commercio, articoli storici, ecc.

La seconda parte della rivista  è invece dedicata alle battaglie “tridimensionali” (con le miniature) e contiene la recensione degli ultimi regolamenti provati dai redattori, resoconti di battaglie giocate (spesso accompagnati da articoli storici), consigli sul come costruire o dipingere miniature o elementi di paesaggio, tutte le novità in fatto di regolamenti e libri storici.

Ogni numero contiene anche un wargame completo in inserto, con una mappa in formato A3, un libretto con le regole ed una plancia di counters pre-tagliati. Chi decide di abbonarsi con la formula più “completa” oltre ai 6 numeri regolari della rivista (comprensivi del gioco) ogni anno riceve anche due wargames “fuori serie” con una mappa di formato doppio e un maggior numero di counters pre-tagliati.

Il numero 140 presenta il wargame Qui ose gagne! Cyrenaique 1942, un gioco in solitario basato sulle imprese del “Long Range Desert Group” un corpo britannico specializzato nella guerra in zone desertiche, ed in particolare in Libia, con attacchi improvvisi e raid nelle retrovie del nemico, che in questo caso è composto da truppe … italiane (e qualche tedesco).

Questo numero contiene anche tre scenari inediti: il primo è dedicato ad ASL e descrive lo scontro tattico combattuto l’ 11 Gennaio 1941 nell’oasi dei Mourzouq, in Cirenaica, fra una guarnigione di 2-300 italiani contro un gruppo di unità alleate (inglesi, scozzesi e francesi).

Il secondo invece è per  Mémoire ’44 e simula i combattimenti dell’ 11 Luglio 1941 in Siria, vicino a Damasco, fra la 16a Brigata Britannica , rinforzata da unità della Francia Libera, contro le unità francesi “collaborazioniste”che difendevano il Djabel Habil.

Infine il terzo scenario è per Old Tactical School (Volume 2) e questa volta torniamo in Francia, nella città di Carentan, il 12 Giugno 1944, pochi giorni dopo lo sbarco alleato in Normandia. Sono coinvolti i parà americani del 502° Reggimento ed un nucleo difensivo tedesco di Fallschirmjagers.

In questo numero, oltre alle news sugli ultimi titoli pubblicati, sono state analizzati in dettaglio i seguenti wargames: Great War Commander (prodotto dai francesi di Hexasim e basato sulla serie Combat Commander della GMT), Napoleon 1806 (pubblicato in Francia da Shakos e Golden Games), La Guerra di Gradisca (di Europa Simulazioni); Arctic Disaster (pubblicato da Against the Odds), Mollwitz & Chotusitz (nuovo volume della serie Battles from the Age of Reason), Napoleon’s Resurgence (OSG), Commands & Colors Tricorne (pubblicato da Compass Games e basato sulla serie C&C della GMT), ecc.

Completano la rivista un articolo storico sugli “Scorpioni del Deserto” (Long Range Desert Group), un altro su Turenne ed il suo sistema di “approccio indiretto” alle battaglie, un terzo sui combattimenti ad ovest del Mississippi durante la Guerra di Secessione Americana (corredati da due scenari per miniature). Seguono la recensione di “Gangs of Rome” (combattimenti di miniature antiche … gestite dalle carte), gli ultimi supplementi al regolamento per miniature “Flame of War”, la descrizione di una partita giocata con miniature della seconda guerra mondiale con uno scenario invernale in Alsazia, e le ultime novità su convention, riviste, libri storici, regolamenti per le miniature. Infine la solita parata di novità per i soldatini di piombo, tutti rigorosamente dipinti a mano.

Potete vedere l’elenco completo degli articoli, con i rispettivi autori, degli inserti e delle altre rubriche al seguente indirizzo: BigCream.

Obelix

Obelix

Pietro, “BigCream”

vedi la biografia>>
Obelix

Latest posts by Obelix (see all)