“PLATO” è una rivista in lingua francese pubblicata in 10 numeri all’anno da Megalopole S.r.l. (uno studio belga di creazioni grafiche e pubblicità) ma con redattori in gran parte francesi. Quasi tutti i numeri contengono un gadget o un’espansione di qualcuno dei giochi trattati. Solitamente vengono esaminati una trentina di giochi: qualcuno in particolare viene particolarmente approfondito, con interviste agli autori o all’editore. Viene espresso anche un giudizio grafico che va da 5 (Ottimo = un meeple verde che salta di gioia) a 1 (Pessimo = Un meeple rosso crollato a terra).

Un’apposita rubrica nelle prime pagine della rivista (Tutti Frutti) oltre ad illustrare le novità dell’ultimo mese presenta quasi sempre anche qualche gioco da fare con carta e matita, o un cruciverba, ecc. Anche questo numero, per esempio, viene presentato un gioco chiamato CAP Color, dove si devono colorare dei disegni partendo dalle immagini con una freccia e restando in seguito adiacenti a figure già colorate.

All’interno di questa rubrica si parla anche di “Goodies” (i gadget pubblicitari regalati solitamente alle fiere), riedizione di vecchi giochi, espansioni, giochi di carte e di ruolo, ecc. In allegato a questo numero troviamo, per esempio, cinque carte per il gioco Raiders of the North Sea (Garphill Games).

Il numero 114 inizia (come è ormai costume da un paio d’anni) con un articolo piuttosto dettagliato su  un gioco nuovo: questa volta è il turno di Keyforge: Call of the Archons, del sempre più prolifico Richard Garfield (autore, far gli altri di un certo Magic the Gathering) seguito da un articolo con alcuni consigli per iniziare al meglio una partita (Bien débuter) e un’intervista a François Alix e José Chaves (di Asmodée) che hanno effettuato lo sviluppo del gioco.

Si continua poi con le usuali recensioni: Tag City, Coimbra, Gingerbread House (seguito da una intervista all’autore Phil Walker-Harding), Sagrada, Orbis, Last Heroes, Robin Hood and the Merry Men, Chronicles of Crime, Detective Club, Montana, Skylands, Crime Hotel (con una intervista a KJ Lee, di Happy Baobab), oltre ad articoli più brevi su altri giochi per grandi e bambini.

Completano la rivista un dossier sul gioco all’interno di un Ostello per ricoveri d’urgenza (Champ Libre), un articolo sull’informatica ludica attraverso le parole dei professionisti di Ludisquare ed una interessante intervista a Irwing Finkel che, oltre ad esser assistente del British Museum, è un grande esperto di giochi dell’antichità.   

Potete vedere l’elenco dettagliato di tutti gli articoli pubblicati in questo numero, dei loro autori e dei giudizi dati ai singoli giochi, utilizzando il link seguente: BigCream.

Obelix

Obelix

Pietro, “BigCream”

vedi la biografia>>
Obelix

Latest posts by Obelix (see all)