Ci auguriamo – o, meglio, vi auguriamo – che non siate stati sfortunati come noi con le sorprese all’interno dell’uovo di Pasqua (per la cronaca, nel nostro c’era l’ennesimo portachiavi di latta). Qualora apparteniate alla folta schiera di delusi post-pasquali, abbiamo pensato di consolarvi con il nuovo appuntamento della nostra rubrica periodica sui progetti più interessanti in fase di finanziamento su Kickstarter: questa volta tocca alla versione deluxe di Escape, il cooperativo in tempo reale della Queen Games, a New York 1776, un wargame piuttosto classico ma ben fatto, e alla nuova edizione – con tanto di espansioni – di Among the Stars della MAGE Company.

Kickstarter ha l’indubbio merito di aver permesso anche alle aziende più piccole di potersi lanciare sul mercato con mezzi – anche economici – di tutto rispetto. Analogamente ha permesso a marchi già blasonati di sviluppare progetti ambiziosi, che in precedenza mai si sarebbero sognati di realizzare. Queen Games è un marchio storico dei giochi da tavolo – per chi non la conoscesse, ricordiamo che ha distribuito titoli del calibro di Alhambra, Amerigo e Kingdom Builder (l’avete letta la nostra recensione di Eketorp?) – eppure ha deciso di affidarsi al crowdfunding per le sue ultime produzioni. Escape non è certo una novità: è stato stampato per la prima volta nel 2012 e ha già riscosso un discreto successo, tant’è che la casa tedesca ha deciso di riproporlo in confezione deluxe (denominata “Big Box”) con diverse espansioni incluse e altre che potranno essere sbloccate, sotto forma di obiettivi della campagna di finanziamento. Escape è un cooperativo in tempo reale da 1 a 5 giocatori, che dovranno vestire i panni di un gruppo di avventurieri impegnati a fuggire da un tempio che sta crollando. I nostri eroi dovranno uscire in meno di 10 minuti, altrimenti verranno sepolti dalle macerie: il tempo sarà scandito dalla colonna sonora del gioco, inclusa all’interno della confezione. Si tratta di un gioco semplice e piuttosto frenetico, quasi per famiglie, con una discreta componente aleatoria e un regolamento brevissimo, quindi adatto a tutti; il prezzo non è dei più popolari, ma le espansioni incluse sono numerose e tra gli stretch goal imminenti troviamo Mammut, un secondo gioco che verrebbe regalato a tutti i finanziatori.

Consigliato a: chi desidera un gioco che non rubi troppo tempo, da provare insieme a tutta la famiglia.

Livello di hype: medio-alto.

Pledge minimo: 89 dollari (spese di spedizione incluse).

Scadenza: 7 maggio 2014.

Anche MAGE Company non è certo una neofita del settore ludico: al suo attivo ha già diversi titoli importanti – su tutti, ricordiamo 12 Realms e Wrong Chemistry – ma da qualche mese a questa parte ha deciso di affidarsi a Kickstarter per realizzare i suoi nuovi progetti. Dopo Hoyuk, titolo che è stato finanziato con successo il mese scorso, MAGE ci riprova ora con la ristampa di Among the Stars, gioco di carte da 2 a 4 giocatori con una spiccata vocazione gestionale. Insieme alla nuova edizione, vengono proposte un paio d’espansioni, che possono essere acquistate separatamente anche da chi possiede già la versione base del gioco. Among the Stars è un titolo piuttosto versatile, con una durata media delle partite contenuta – si attesta al di sotto dell’ora – e un meccanismo di draft che ricorda in parte 7 Wonders; il resto – in particolare l’ambientazione intergalattica – ricorda, invece, Race for the Galaxy, quindi le premesse sono davvero ottime. Gli stretch goal riguardano sia i materiali (dalle monetine metalliche alle location di grandi dimensioni) che alcune carte aggiuntive; inoltre, se verranno raccolti più di 100.000 dollari, verrà inserita una nuova razza aliena tra quelle giocabili, quindi il piatto si sta facendo davvero ricco.

Consigliato a: chi ha un debole per 7 Wonders e per i giochi con ambientazione spaziale.

Livello di hype: medio-alto.

Pledge minimo: 50 dollari (spese di spedizione incluse).

Scadenza: 5 maggio 2014.

La guerra di indipendenza americana affascina da sempre il grande pubblico statunitense: non ci stupisce, quindi, che la giovane Worthington Publishing abbia deciso di esordire su Kickstarter con un gioco intitolato New York 1776. Come avrete già intuito, il gioco è ambientato nei dintorni dell’isola di Manhattan e ha per protagonisti l’esercito britannico, guidato dal generale Howe, e quello americano, capeggiato da George Washington in persona: il primo cercherà d’impossessarsi della città, mentre il secondo dovrà resistere agli attacchi, sia terrestri che navali. New York 1776 è un wargame di stampo classico, pensato per 2 giocatori, ma giocabile anche in solitario, con una plancia bella grossa e i tipici cubetti che contraddistinguono le diverse unità schierate; sembra piuttosto veloce e leggero, visto che – stando a quanto dichiarano gli sviluppatori – si spiega in 5 minuti e si gioca in un paio d’ore. In questo caso, l’ambientazione non è certo il punto di forza per noi europei e, per quanto il manuale sia ammirevole per semplicità e chiarezza delle nozioni, viene meno la parte di spiegazione del background storico. Per fortuna, il primo obiettivo sbloccato dai finanziatori è proprio un libretto – che verrà inserito in ogni confezione – che riassumerà in modo chiaro e approfondito la battaglia di New York. I prossimi stretch goal, invece, includeranno una serie di nuove unità militari, con i relativi regolamenti per poterle schierare sul campo di battaglia.

Consigliato a: gli americanofili appassionati di war game.

Livello di hype: medio.

Pledge minimo: 85 dollari (spese di spedizione incluse).

Scadenza: 27 maggio 2014.

Regalaci un Like su Facebook!

Facebook Pagelike Widget

Mercuzio
Latest posts by Mercuzio (see all)