SPIELBOX” è forse la rivista sui giochi da tavolo più nota al mondo. Iniziò infatti le sue pubblicazioni nel 1981 e da allora ogni due mesi è sempre stata un punto di riferimento per tutti i giocatori che … conoscono la lingua tedesca! Fortunatamente dal 2010 viene pubblicata anche una versione in inglese (che non è necessariamente identica a quella in tedesco) e questo ha permesso una sua diffusione ancora più capillare.

La caratteristica più apprezzata dai lettori, oltre alla lettura di equilibrate recensioni fatte da giocatori molto esperti, è che ogni titolo proposto riceve un voto da 1 a 10 non solo dall’articolista, ma anche da parte di altri redattori, per cui il valore medio è abbastanza coerente. Ogni numero conteneva solitamente qualche “omaggio”: un gioco in inserto, una plancia di tessere per varianti di giochi esistenti, delle carte , ecc. ma dal 2017 il grosso di questi “goodies” viene concentrato sul settimo ed ultimo numero dell’anno, disponibile solo per gli abbonati.

Ad ogni modo anche in questo primo numero del 2019 è stato inserito un “goodie”: si tratta della scheda per il personaggio Koram da aggiungere al gioco base di Legends of Andor oppure alla precedente espansione “Star Shield”.

Come sempre poi le pagine della rivista ci offrono le recensioni di alcune novità uscite negli ultimi mesi fra cui: Holdin On: The troubled life of Billy Kerr, Solenia, Bastille, Gizmos, Magnastorm, Fine Sand, Planet, Blackout: Hong Kong, Crown of Emara, Ground Floor (2a edizione riveduta e corretta  … ma ancora criticata), Gloomhaven, 1918: Brother against Brother (la guerra civile in Finlandia)ecc.

Ci sono anche alcune recensioni più brevi (l’espansione Great Western Trail: Rails to the North, Helsinki 1918, Shadows: Amsterdam, Just One, Gingerbread House, Imothep: The Duel), un articolo sui “giochi seri” (cioè quelli che non utilizzano solitamente come passatempo o per divertimento), una intervista a Michael Kiesling (storico autore ed ora sulla cresta dell’onda coni suoi Azul), un’altra a Franz Scholles (pioniere della educazione al gioco), un interessante articolo sul “Drafting” (con tanti esempi dei giochi più di successo che utilizzano questa meccanica), la solita carrellata di titoli per bambini e le normali rubriche. La rivista si chiude con tre varianti per migliorare ed accelerare il gioco Way of the Panda.

 

Potete vedere la lista completa degli articoli e delle recensioni, insieme al voto medio ed ai nomi di tutti gli autori, collegandovi al sito BigCream.

Obelix

Pietro, “BigCream”

vedi la biografia>>
Obelix

Latest posts by Obelix (see all)