“VAE VICTIS” è una rivista bimestrale francese dedicata ai wargames: iniziò le pubblicazioni nel 1995 grazie alla volontà di un appassionato giocatore (Théophile Monnier) e sotto l’egida di Histoires et Collections (una ditta specializzata in libri di storia e di collezionismo) ma con il numero 122 essa passò direttamente nelle mani del suo Editore in Capo, Nicolas Stratigos, e per i colori della sua nuova casa editrice, la Cérigo Editions.

Nella prima parte di ogni numero sono pubblicate delle recensioni approfondite su un buon numero di wargames, precedute da una carrellata sulle novità appena uscite ed accompagnate da scenari per giochi già in commercio, articoli storici, ecc.

La seconda parte della rivista  è invece dedicata alle battaglie “tridimensionali” (con le miniature) e contiene la recensione degli ultimi regolamenti provati dai redattori, resoconti di battaglie giocate (spesso accompagnati da articoli storici), consigli sul come costruire o dipingere miniature o elementi di paesaggio, tutte le novità in fatto di regolamenti, libri storici e soldatini.

Ogni numero contiene anche un wargame completo in inserto, con una mappa in formato A3, un libretto con le regole ed una plancia di pedine (counters) pre-tagliate. Chi decide di abbonarsi con la formula più “completa” oltre ai 6 numeri regolari della rivista (comprensivi del gioco) ogni anno riceve anche due wargames “fuori serie” con una mappa di formato doppio e un maggior numero di unità.

Il numero 149 presenta il wargame Narvik 1940, una simulazione a livello tattico su tre piccole mappe (A4) che intende simularre tre diversi scontri avvenbuti durante la Campagna tedesca in Norvegia nel 1940, conclusasi con il controllo della nazione nordica. Tuttavia a Narvik i tedeschi furono arrestati da forze alleate composte da Norvegesi, Inglesi, Francesi e Polacchi ed il gioco vuole riprodurre tre degli scontri principali di questa battaglia.

Oltre al gioco completo il presente numero contiene anche due scenari inediti:

Il primo è dedicato ad ASL ed è ambientato in Norvegia, vicino alla cittadina di Ulsberg: durante l’avanzata tedesca verso il porto di Trondheim, a seguito della presa di Oslo, il 28 Aprile 1940 un distaccamento del Reggimento General Goering, accompagnato da due carri, si scontrò con un gruppo di soldati norvegesi della 5a Divisione a difesa di un ponte e subì una cocente sconfitta, anche se questa non servì a rallentare di molto la conquista completa della Norvegia.

Il secondo invece è per  Mémoire ’44 e ci riporta sul fronte francese, nei dintorni dei paesi Montruil-sur-Lazon, Chapelle-en-Juger e Hebécrevon, il 25 Luglio 1944, nell’ambito della Operazione Cobra: dopo un intenso bombardamento alleato, che danneggiò pesantemente la Divisione Panzer Lehr, gli americani furono accolti da un nutrito fuoco di sbarramento che impedì loro di raggiungere gli obiettivi prefissati.

Per quanto riguarda invece la parte redazionale in questo numero, oltre alle news sugli ultimi titoli pubblicati, sono state analizzati in dettaglio i seguenti wargames: Napoléon Saga (un gioco di carte edito dai francesi della Oeuf Cube Editions ma stampato in Polonia), Crossing the Line: Aachen (di Furor Teutonicus Game, un editore appena nato), Death Valley (di GMT, sulle battaglie di Stonewall Jackson nella vallata di Shenandoah, durante la Guerra di Secessione americana), MacArthur’s Defeath (apparso sul numero 14 della rivista Yaah, e dedicato alla battaglia per il controllo di Luzon, nel Pacifico), Quartermaster general: The Cold War (nuovo capitolo della saga Quartemaster General di Ian Brady), Gandhi (GMT: nono volume della serie COIN, con una serie di nuove regole), Operation Commando 2 (Ajax Games, dedicato all’assalto dei parà americani nelle prime ore del 6 Giugno 1944 nell’entroterra di Normandia).

La prima parte della rivista viene chiusa da una relazione sulla Quinta Convention “Open des jeux d’hitoire” di Parigi, un articolo storico sulla campagna di Norvegia del 1940 (a supporto del gioco in inserto) ed uno sulla battaglia di Tourcoing (28-29 Floreale Anno II, ovvero il  17 e 18 Maggio 1794) che mise a confronto le unità rivoluzionarie francesi e i coalizzati un mese prima della ben più famosa battaglia di Fleurus (a commento del gioco Tourcoing 1794 che è stato inviato agli abbonati insieme al numero 149).

La seconda parte inizia con una parata di regolamenti editi da Osprey, per proseguire poi con un articolo storico sulle forze navali francesi durante la seconda guerra mondiale (completato da uno scenario per il regolamento “Cruel Seas”), un articolo comparativo su tre diversi regolamenti per le “Crociate”, Una campagna per “Bolt Action” (Bir Hacheim), la recensione di SPQR (un sistema di gioco per i soldatini antichi della Warlord Games) e l’adattamento delle regole “Tercios” alle battaglei giapponesi (Jinkei)

Nelle ultime pagine della rivista  troviamo una panoramica sugli ultimi regolamenti messi in vendita per le battaglie con le miniature,  l’elenco di tutti i libri a soggetto storico usciti negli ultimi mesi , una breve descrizione dei contenuti di alcune riviste dedicate ai wargames tridimensionali: manca invece la solita “parata” di miniature di piombo dipinte.

Per maggiori dettagli clicca qui sotto:

e potrai vedere l’elenco di tutti gli articoli pubblicati e dei loro autori.

Obelix

Latest posts by Obelix (see all)