SINTESI

Pro: Meccaniche semplici, prezzo

Contro: Molto breve

Consigliato a: neofiti e chi cerca un’avventura molto rapida e piuttosto semplice

Valutazione Globale
Realizzazione
Giocabilità
Divertimento
Longevità
Prezzo

Tipologia:
librogame

Incidenza della fortuna:
sufficiente

Idoneità ai Neofiti:
elevata

Autore:
D. Morris, O. Johnson

Grafica ed illustrazioni:
D. Spencer

Anno:
2020

Alla fine del 2020 prende vita un progetto molto interessante della Edizioni Librarsi con la pubblicazione de “L’Isola delle Illusioni”, scritto da Dave Morris e Oliver Johnson: due celebri autori della scena internazionale dei librogame.

Questo volume inaugura la collana Mini Game che si pone uno scopo abbastanza chiaro: pubblicare dei librogame brevi con un prezzo molto contenuto e allo stesso tempo adeguati ad introdurre curiosi alla letteratura interattiva; in questo caso il volume è indirizzato ad un pubblico di giovani ragazzi, come si evince dalla targhetta “Junior” in copertina.

L'Isola delle Illusioni Librogame

L’isola delle Illusioni Librogame-Le illusioni possono terrorizzare più della realtà

Ambientazione e trama

L’ambientazione è quella di un classico mondo fantasy con maghi ed oggetti magici, in cui vestirete i panni di un avventuriero esperto attirato nella città di Memnos dalla promessa di una lauta ricompensa. In particolare il re offrirà 500 pezzi d’oro a chi riuscirà a salvare la Principessa Elvira, rapita a pochi giorni dalle sue nozze dal malvagio stregone Helkarrion. A rendere la missione ancor più difficile è la rapidità con cui dovrà essere portata a termine a causa dell’impazienza del promesso sposo della Principessa, che sembra non sia disposto ad aspettare più di 4 giorni per celebrare le nozze, al termine dei quali annullerà tutto e farà ritorno in patria.

Materiali di gioco

Edizioni Librarsi ci offre un libro molto sottile di 63 paragrafi, con un’ottima impaginazione e rilegatura.

L’illustrazione di copertina di Dean Spencer è magnifica e potrebbe già da sola giustificare l’acquisto. Per quanto riguarda le illustrazioni interne, sebbene abbiano solo una funzione riempitiva tra i paragrafi, sono molto rifinite e gradevoli.

Meccaniche di gioco

Le meccaniche di gioco sono molto semplici, caratteristica già tipica dei librogame realizzati da Morris, che in questo caso è ancor più ragionevole considerando le dimensioni ridotte del volume nonché il target a cui è destinata.

Il primo passaggio è la creazione del personaggio, in cui dovrete determinare il punteggio di Vigore e di Agilità tramite il lancio di dadi a 6 facce.

L'Isola delle Illusioni Librogame

un registro di gioco ben strutturato e posizionato alla fine del libro

Per svolgere i combattimenti dovrete tirare semplicemente due dadi a 6 facce e quando il risultato del lancio sarà 6 o inferiore perderete 3 punti Vigore, mentre quando sarà superiore sarà il vostro avversario a perderli. Questo procedimento andrà ripetuto fino al momento in cui uno dei due contendenti non avrà più punti Vigore, determinando la sua sconfitta.

L’Agilità servirà invece in alcune prove di abilità, che saranno spiegate nel testo quando le incontrerete.

Esperienza di gioco

L’esperienza di gioco è molto breve, parliamo di circa due ore totali al massimo, ma assolutamente godibile in assenza di grosse pretese.

Nell’arco di non molte letture, avrete con grossa probabilità esplorato la quasi totalità del libro, esaurendo anche la sua rigiocabilità e longevità.

La traduzione è effettuata da un grande esperto di librogame, Jonny Fontana, che ha saputo valorizzare le grandi capacità narrative degli scrittori originali.

Conclusione

L’Isola delle Illusioni è un volume assolutamente consigliato per introdurre giovani ragazzi alla lettura interattiva con molta efficacia.

Verso la metà del 2021 sembra che questa collana sia già destinata ad ampliarsi con un altro titolo molto interessante, realizzato da due autori italiani e intitolato “Il Corriere di Camelot”, di cui abbiamo potuto ammirare già la splendida copertina. Chissà il contenuto!

Ti interessa qualche altro gioco? Forse lo abbiamo già recensito…

Quelli del camioncino…

Siamo su Facebook

drwho