SINTESI

Pro:    Componentistica raffinata ed elegante

Contro:  Manca un po’ di pepe

Consigliato a:    Chi vuole passare una serata rilassante

Valutazione Globale
Realizzazione
Giocabilità
Divertimento
Longevità
Prezzo

Idoneità al solitario:
assente

Incidenza della fortuna:
discreta

Idoneità ai Neofiti:
elevata

Autore:
Elizabeth Hargrave

Grafica ed illustrazioni:
Indi Maverick

Anno:
2020

Mariposas è distribuito, in Italia, da Ghenos Games (si gioca da 2 a 5 giocatori dai 14 anni in su, per una durata di circa 45-75 minuti a partita). Edizione internazionale a cura di Alderac Entertainment Group.

Ogni primavera, milioni di farfalle monarca lasciano il Messico per intraprendere un incredibile viaggio silenzioso di 5000 chilometri alla volta del Nord America Orientale. E ogni autunno, milioni di esse ritornano in Messico. Ma neanche una farà mai il viaggio di andata e ritorno: ci vorranno quattro generazioni di farfalle. Mariposas è un gioco di movimento e raccolta di carte che permette ai giocatori di essere parte di questa meravigliosa migrazione.

Alto livello di eleganza!

Aprendo la scatola si rimane sbalorditi dalla qualità della componentistica. Ci troviamo davanti a un grande tabellone che raffigura la mappa della migrazione delle farfalle Monarca (dal Messico fino a nord del Canada) su cui verranno posizionati i segnalini Passaggio Migratorio, una plancia Passaggio Migratorio che ospiterà le carte Ciclo della Vita e le Tessere Abilità. Vi sono poi le carte Azione e Mossa bonus in formato mini, 120 segnalini fiore e 5 scatoline di plastica verde in cui organizzarli, 1 Dado rappresentante le 5 tipologie di fiore più una faccia jolly, 20 carte Obiettivo di Stagione in formato maxi e 50 bellissime farfalle in legno sagomato.
Come già detto, i materiali sono di grande qualità. Con una grafica chiara, illustrazioni eleganti e coerenti con il tema scelto.

Sul tavolo fa un figurone

La preparazione è abbastanza veloce. Aprite il tabellone, prendete una carta Obiettivo per ciascuna delle 3 stagioni (primavera, estate e autunno) e posizionatele negli spazi corrispondenti.
Mescolate il mazzo di carte Azione e distribuitene 2 a ciascun giocatore. Posizionate a lato del tabellone il dado, i segnalini Fiore, le carte Mossa Bonus e la plancia Passaggio Migratorio che ospiterà le carte Ciclo della Vita e le Tessere Abilità.
Consegnate a ogni giocatore il rispettivo set di farfalle. Di queste, ogni giocatore ne posiziona una di generazione 1 sulla casella di partenza (Michoacàn), una di generazione 2 sulla carta Obiettivo dell’estate e due di generazione 3 sulla carta Obiettivo dell’autunno.
Girate a faccia in su la carta Obiettivo della primavera, scegliete il primo giocatore casualmente, e siete pronti a volare!

Un’estate in Canada

Lo scopo è semplice: riprodursi il più possibile viaggiando per tutta l’America del Nord, collezionando carte e adattandosi alla stagione corrente.
Nel proprio turno un giocatore deve giocare davanti a sé una delle due carte che ha in mano. Essa determinerà quante farfalle potrà muovere e di quanti spazi.
Terminato il movimento il giocatore prenderà dalla riserva comune un segnalino fiore della tipologia indicata dalla casella di arrivo. Dopodichè, se lo desidera e se vicino alla farfalla è presente l’icona Milkweed, il giocatore può far riprodurre la sua Mariposa scartando un set di fiori uguali in numero dipendente dalla generazione della farfalla. Infine, si ripristina la mano a 2.
Quando si fa atterrare la propria farfalla su un segnalino Passaggio Migratorio questo si scopre. Esso fa ottenere carte Ciclo della Vita o Mossa Bonus. Nel caso delle carte Ciclo della vita, queste serviranno a completare dei set che forniranno al giocatore uno o più benefici per tutto il resto della partita.
Ciò che però indirizzerà i vostri movimenti sulla mappa saranno principalmente le carte Obiettivo di Stagione. Esse infatti forniranno molti punti in base alla posizione delle farfalle sulla plancia alla fine di ognuna delle tre stagioni.
Al termine dell’autunno si ottengono punti per il numero di farfalle di generazione 4 ritornate a Michoacàn e 1 punto per ogni carta Ciclo della Vita ottenuta fino a quel momento. Chi ha ottenuto più punti è il vincitore.

Considerazioni personali

Il gioco scorre in maniera molto fluida e il regolamento è così semplice e pieno di esempi che non vi capiterà di doverlo consultare durante la partita per delucidazioni, se non per alcuni effetti delle carte Obiettivi di Stagione. Sono proprio queste carte, infatti, che assicurano una discreta longevità al gioco, cambiando ad ogni partita le modalità per ottenere punti.
Ci troviamo davanti a un buon titolo family con una struttura di gioco solida e scorrevole che forse pecca un po’ in interazione tra i giocatori, essendo questa quasi assente, ma è anche vero che questo permette partite molto rilassate dando la possibilità di godere delle bellissime illustrazioni e della componentistica di lusso!

Si ringrazia Ghenos Games per aver reso disponibile una copia di valutazione del gioco.

Ti interessa qualche altro gioco? Forse lo abbiamo già recensito…

Quelli del camioncino…

Siamo su Facebook

Yeti
Latest posts by Yeti (see all)