Con CptWasp, nel mentre lui faceva tranquillamente accomodare Bin Laden alla scrivania della Sala Ovale, si discuteva di come giochi tipo Labyrinth:War on Terror (LWoT) ed altri variamente Card Driven, soffrano della Sindrome della Fine Mazzo, di cui ho poi accennato nella recensione di Gears of War: The Boardgame (GoW).
Accade cioè che quando ci si appropinqua verso la fine del mazzo, si sa con con ragionevole certezza quali sono le carte rimaste, soprattutto dopo un po’ di partite e quando si diventa più esperti del gioco in questione. In pratica con le ultime carte del mazzo sparisce, in parte o del tutto, la FoW (Fog of War) e non ci piace molto…
Una soluzione è stata trovata per motivazioni simili, ma per ovvie ragioni assolutamente non identiche, in giochi come Pandemic, Alhambra, Coloretto etc.
In Pandemic al setup le Carte Epidemic vengono ciascuna mischiate in mazzetti separati e poi riuniti in un unico mazzo con il chiaro intento di non voler far ammucchiare tali eventi, ma invece averli (+ o -) ad un certo rate predeterminato. Del tutto analogo è l’escamotage adottato per le scoring card di Alhambra : si vuole sempre conservare l’effetto random della pesca, ma nel contempo abbiamo un’idea di quando tali carte stanno per uscire e conseguentemente possiamo tunare la nostra strategia. In Coloretto la carta Last Round viene posta sopra le ultime 15 carte. Tale piazzamento, apparentemente “deterministico”, nulla poi toglie a questo bel filler, se lo si vede nell’ottica complessiva del gioco, anzi… E ci saranno sicuramente altri giochi da citare più appropriatamente come esempio e che adottano una strategia similare oltre a quelli appena accennati.
A questo punto viene naturale immaginare una soluzione funzionale anche per LWoT e GoW. Per esempio, al setup si può mischiare nel mazzo una carta “Dummy” che una volta pescata impone, in qualche modo, il reshuffle del mazzo.

Cerchiamo di sistematizzare il tutto:

LWoT
Setup dell’inizio partita ed eventuali DECK successivi.

– Dividiamo il mazzo a metà.

– Mischiamo la prima metà.

– Mischiamo la seconda metà con la carta “Dummy”.

– Mettiamo la prima metà sopra la seconda: il mazzo è così pronto.

Quando, per una qualunque ragione, un giocatore entra in possesso della carta “Dummy”:

– La scarta immediatamente e ne pesca un’altra dal mazzo al suo posto.

– La carta “Dummy” scartata viene a tutti gli effetti rimossa dal gioco, tranne venire poi reinserita solo nel caso della formazione di un nuovo DECK.

– Se nella formazione della nuova mano per il turno corrente (5.2.8) si pesca la carta “Dummy” ed un giocatore non riesce a completare la propria mano perché il mazzo termina, si seguono semplicemente regole standard (5.3) e l’eventuale reshuffle verrà effettuato con le modalità  di cui sopra.

– Il turno in corso procede normalmente.

– Il turno successivo sarà l’ultimo del DECK corrente dopodiché (se non interverranno altre condizioni di vittoria(2.1)) si procederà al reshuffle del mazzo residuo e degli scarti, come se non ci fossero più carte nel mazzo, con le regole 5.3 vanno comunque applicate. Inizia quindi il DECK successivo.

– Se il DECK corrente è anche l’ultimo previsto, il turno successivo (se non interverranno altre condizioni di vittoria(2.1)) sarà anche l’ultimo turno della partita, con le regole 5.3 che vanno comunque applicate.

– Se la carta “Dummy” viene pescata ed il mazzo è ora vuoto, si rimescolano gli scarti al solo scopo di far pescare una carta “vera” al giocatore con la “Dummy” in mano, dopodiché il nuovo mazzo torna tutto negli scarti.
Esempi:
1) Gioco Standard (Un DECK), il giocatore Jihadista nel pescare una carta nel turno precedente ha preso la carta Dummy, l’ha scartata e ne ha preso un’altra dal mazzo, il gioco è proseguito normalmente. I giocatori ora si trovano nel turno successivo al termine del quale verrà stabilito il vincitore, se prima non interverrà una delle altre condizioni di vittoria (2.1)

2) Gioco Standard (Un DECK), il giocatore Americano nel pescare una carta nel turno precedente ha preso la carta “Dummy”, l’ha scartata e ne ha preso un’altra dal mazzo, il gioco è proseguito normalmente. Nella fase (5.2.8) di pesca delle carte per il turno successivo, non ci sono abbastanza carte nel mazzo per far completare la mano per uno dei due giocatori: il gioco termina immediatamente (5.3.1) e si controllano le condizioni di vittoria (2.3).

3) Gioco Standard (Un DECK), il giocatore Americano nel pescare una carta (5.2.8) ha preso la carta “Dummy”, l’ha scartata e ne ha preso un’altra dal mazzo, ma successivamente non ci sono abbastanza carte nel mazzo per far completare la mano per uno dei due giocatori: il gioco termina immediatamente (5.3.1) e si controllano le condizioni di vittoria (2.3).

4) Gioco Torneo (Due DECK). Siamo nel DECK 1 ed il giocatore Jihadista nel pescare una carta nel turno precedente ha preso la carta “Dummy”, l’ha scartata e ne ha preso un’altra dal mazzo, il gioco è proseguito normalmente. I giocatori ora si trovano nel turno successivo al termine del quale (se prima non interverrà una delle altre condizioni di vittoria per uno dei due (2.1)):
– Prima di pescare verrà fatto il reshuffle delle carte rimaste nel mazzo e degli scarti, seguendo le modalità di cui sopra.
– Le altre regole 5.3 vanno comunque rispettate.
– Quindi inizia il Primo Turno del DECK 2.

5) Gioco Torneo (Due DECK). Siamo nel DECK 1 ed il giocatore Americano nel pescare una carta nel turno precedente ha preso la carta “Dummy”, l’ha scartata e ne ha preso un’altra dal mazzo, il gioco è proseguito normalmente. Nella fase (5.2.8) di pesca delle carte per il turno successivo, non ci sono abbastanza carte nel mazzo per far completare la mano per uno dei due giocatori:
– Prima di pescare ulteriori carte, verrà fatto il reshuffle degli scarti, seguendo le modalità di cui sopra.
– Le altre regole 5.3 vanno comunque rispettate.
– Quindi inizia il Primo Turno del DECK 2.

6) Gioco standard (Due DECK), il giocatore Americano nel pescare una carta (5.2.8) ha preso la carta “Dummy”, l’ha scartata e ne ha preso un’altra dal mazzo, ma successivamente non ci sono abbastanza carte nel mazzo per far completare la mano per uno dei due giocatori:
– Prima di pescare ulteriori carte, verrà fatto il reshuffle degli scarti, seguendo le modalità di cui sopra.
– Le altre regole 5.3 vanno comunque rispettate.
– Quindi inizia il Primo Turno del DECK 2.

Da notare come pur nella semplicità del concetto, l’implementazione sia talvolta macchinosa. Questo accade dovendo il tutto, per forza di cose, essere coerente con il resto del regolamento del gioco e per tenere conto dei casi particolari (e forse ci sarà ancora qualche “buco”). All’atto pratico mi aspetto che la cosa scorra molto più fluidamente di quanto sembra. Se giochiamo tramite VASSAL, implementare la variante di cui sopra dovrebbe essere abbastanza semplice per i maintainers o per chiunque smanetta bene con i moduli. Per il gioco FtF c’è l’ulteriore difficoltà pratica di dovere materialmente reperire una carta “Dummy” che si confonda perfettamente con le carte usuali.

Ma è possibile anche procedere in un altro modo, molto più semplice. All’inizio di ogni DECK basta togliere un certo numero di carte a caso (da tenere coperte). Un numero congruo di carte da togliere potrebbe essere l’equivalente di una mano iniziale, di entrambi i giocatori, per lo scenario scelto (Es. per “Let’s Roll” ne toglieremo 18). Semplice e lineare (Coloretto style si potrebbe dire), sia con VASSAL che FtF, pur raggiungendo un effetto che è del tutto equivalente a quello della meccanica più… “macchinosa” introdotta dalla prima variante.
Chiaramente questi sono solo un paio di esempi su come procedere.

GoW

Cerchiamo ora la soluzione per GoW, dove il problema sta nel mazzo di Carte AI. La preparazione di tale mazzo potrebbe essere identica a quanto già detto per LWoT.
Setup dell’inizio partita ed ogni volta che è richiesto il reshuffle:

– Dividiamo il mazzo AI a metà.

– Mischiamo la prima metà.

– Mischiamo la seconda metà con la carta “Dummy”.

– Mettiamo la prima metà sopra la seconda: il mazzo è così pronto.

Quando, per una qualunque ragione, un giocatore pesca la carta “Dummy” dal mazzo AI:

– Si procede al reshuffle come da modalità di cui sopra.

– Si pesca la “vera” carta AI per il CoG attivo.

Con GoW non abbiamo grossi problemi, come si vede. Per la carta “Dummy”, poiché non si usano mai tutte le carte AI in uno scenario, basta prenderne una qualsiasi di quelle non previste per la missione corrente (oppure potete farvene una custom come nell’immagine appena qui sopra) ed il gioco è fatto!

   


 

 

Cyberdisc

Marco,”the Forecaster”

vedi la biografia >>
Cyberdisc

Latest posts by Cyberdisc (see all)