Pro:   L’idea dei confini è eccezionale: aggiunge moltissimo al gioco. Bene gli edifici aggiuntivi. Costo contenuto.

Contro:  Bonus e Sfide sembrano poco incisivi, soprattutto giocando in due.

Consigliato a: Tutti i possessori del gioco base senza eccezioni.

Valutazione Globale
Realizzazione
Giocabilità
Divertimento
Longevità
Prezzo

Quando ho recensito Suburbia avevo già le dita incrociate (quelle della mano sinistra, se no non potevo scrivere) nella fervida speranza che venissero pubblicate delle espansioni: per fortuna ho potuto da tempo riprendere il pieno uso della mano, visto che il mio desiderio è stato esaudito con Suburbia Inc., pubblicata in Italia da uPlay Edizioni (come già il gioco base).

Unboxing

Tutti si aspettavano un’espansione basata interamente su nuovi edifici, e magari su qualche nuovo obbiettivo. Vedendo il costo contenuto (15€) mi aspettavo di ricevere una scatola di dimensioni ridotte: invece mi sono trovato di fronte a 5 grosse fustelle incellophanate, delle stesse dimensioni di quelle del gioco base! Quella che dalle figure avevo pensato fosse la scatola era in realtà la prima pagina delle istruzioni, che includono come nel gioco base l’elenco dettagliato delle tessere aggiuntive, ciascuna descritta nel dettaglio.

Benvenuto suo mio tavolo, Suburbia Inc.

Benvenuto suo mio tavolo, Suburbia Inc.

La qualità dei materiali e della grafica è in linea col prodotto base, e a questo riguardo apro una parentesi. Ho scoperto non senza sorpresa che la grafica di Suburbia ha un nutrito gruppo di detrattori! Leggendo forum di settore e recensioni parrebbe che ci si sia divisi equamente tra chi la ama e chi la odia, singolare esempio del famoso detto “de gustibus non est disputandum”. Che dire: su una cosa come la qualità artistica di una determinata veste grafica ognuno resterà della propria opinione… i pro ad esaltarne la chiarezza, l’essenzialità e l’ergonomia, i contro a sottolinearne la banalità e il fatto che è troppo anonima. A me piace, e il colpo d’occhio del proprio quartiere con le nuove tessere confine (di cui parleremo tra poco) è ancora migliore di prima.

Pare che molte copie della prima stampa di Suburbia soffrissero di un problema di fustelle tagliate male, che rendevano difficoltoso rimuovere i pezzi di gioco senza rovinarli (mi risulta che uPlay le abbia sostituite a chi ne ha fatto richiesta); nella mia copia il problema era pressoché assente e non lo avevo notato. Non ho rilevato problemi di sorta con le fustelle dell’espansione.

Le novità

I giocatori hanno sempre tre confini a disposizione nel mercato immobiliare

I giocatori hanno sempre tre confini a disposizione nel mercato immobiliare

Partiamo dalla novità più eclatante: le 12 tessere confine. Si tratta di 12 tessere scalettate, fatte in modo tale da poter essere disposte adiacenti a 4 tessere disposte in fila, e dotate di bonus significativi, attribuiti a seconda del numero e del tipo delle tessere base contigue. Già questa caratteristica le renderebbe interessanti, visto che obbligano a pianificare bene la disposizione delle tessere base in modo funzionale al confine che si vuole costruire; ma l’impatto più significativo è la restrizione data allo sviluppo del quartiere nella direzione bloccata dal confine stesso! Potete vedere nelle foto che ho scattato che intere “direttrici” di sviluppo sono precluse, determinando una penalità difficile da valutare soprattutto nelle prime fasi della partita: quanto mi metterà in difficoltà costruire troppo presto questo certo confine? Posizionarlo nel modo più vantaggioso per i bonus non avrà un impatto troppo negativo sul piazzamento delle prossime tessere base?

La bella città di Massimo... alla faccia che è un bambino... notare l'investimento sul confine (legalissimo!)

La bella città di Massimo… alla faccia che è un bambino… notare l’investimento sul confine (legalissimo!)

I confini sono aggiunti al mercato immobiliare in modo tale che ce ne siano sempre 3 disponibili per l’acquisto; l’acquisto di un confine si svolge allo stesso modo di quello di una tessera base, ovvero scartando successivamente una tessera dal mercato immobiliare. Ho trovato che i confini hanno per questo motivo un ulteriore effetto benefico sul gioco, offrendo una alternativa di costruzione in più che può limitare in modo significativo quei casi in cui un certo giocatore era parzialmente bloccato a causa dell’esaurimento delle tessere base e della presenza di tessere inadeguate ai suoi progetti nel mercato immobiliare. Anche dal punto di vista estetico introducono un elemento di diversità gradevole, aggiungendo caratterizzazione ai quartieri dei giocatori con quello che definirei un “fattore di forma” più spiccato.

Non potevano poi mancare nuovi edifici/terreni: ce ne sono 26, di 12 tipi diversi. Tra i più interessanti citerei Riassegnazione del Territorio, l’unica tessera dal colore nero, che rappresenta un lotto di terreno edificabile e permette di costruire in un turno seguente un edificio a scelta al posto del lotto stesso, del tutto gratuitamente: potente, ma si è vincolati dalla posizione scelta e la tessera nera è persa, quindi gli avversari avranno una tessera in più in gioco e i relativi benefici, senza contare che probabilmente cercheranno di impedirci di costruire “quella certa tessera carissima” del mercato immobiliare che abbiamo preso di mira con ogni mezzo lecito a disposizione. Interessante anche l’Ufficio Servizi Demografici, che introduce un “furto legalizzato” di popolazione ai danni dei giocatori avversari, e l’Impianto di Purificazione delle Acque, che permette di aumentare a dismisura la reputazione con un esborso economico però molto consistente: due $ per ciascuna tessera industriale di tutti i giocatori, presente e futura.

Il confine "Luna Park" ci sta dando +2 alla reputazione e ben +6 al profitto! (2 per ogni tessera di tipo industriale o residenziale)

Il confine “Luna Park” ci sta dando +2 alla reputazione e ben +6 al profitto! (2 per ogni tessera di tipo industriale o residenziale)

Ultima tessera che voglio citare, lo Studio Legale, che permette al possessore di vincere un obbiettivo pareggiato con un altro giocatore (due con l’investimento): geniale! Il bello degli edifici aggiuntivi è che ovviamente col consenso dei giocatori potremo decidere di usarli tutti, solo una parte o nessuno: lo stesso dicasi per tutte le singole parti di questa espansione (ad esempio potremmo usare gli edifici e ignorare i confini).

Ci sono poi 5 nuovi obbiettivi, alcuni pertinenti a concetti introdotti dall’espansione, come i confini.

E' stata aggiunta una nuova plancia per le tessere, da usare quando si gioca con Bonus e Sfide

E’ stata aggiunta una nuova plancia per le tessere, da usare quando si gioca con Bonus e Sfide

La quarta e ultima parte dell’espansione è l’unica che non mi convince del tutto: Bonus e Sfide. L’idea di base è semplice: introdurre un paio di momenti di “suspence” nel corso della partita, mediante il conferimento di un premio (di natura variabile) a uno o più giocatori che soddisfino una condizione specifica. Mentre certi obbiettivi premiano il giocatore che fa “meno” di qualcosa, i Bonus e le Sfide premiano sempre chi ha superato un certo numero minimo di qualcosa, incitando i giocatori a “fare” più degli altri per avere più probabilità di ottenere il vantaggio che ne deriva. Il primo ad essere pescato è il “Bonus”, che è una tessera di forma esagonale che viene posta in cima alla pila B (e quindi pescata alla fine della pila A): la condizione che decide l’assegnazione del premio è in questo caso sempre correlata alla reputazione, quando chiunque abbia già giocato a Suburbia sa che la tattica migliore era privilegiare all’inizio il solo profitto! Si vuole quindi spronare i giocatori a perseguire precocemente l’obbiettivo secondario già nella prima parte della partita. La “Sfida”, di converso, viene pescata una volta finita la pila B, e attribuisce il premio ai giocatori che hanno alti profitti, premiando l’obbiettivo secondario della seconda metà della partita.

Alcune tessere Bonus e Sfide

Alcune tessere Bonus e Sfide

L’idea descritta è buona, ma funziona solo in parte, soprattutto se si gioca solo in due: infatti ci sono ben 10 Bonus e 10 Sfide diverse, e le probabilità che anche solo uno dei due giocatori riesca a ottenere il bonus sono scarse. Probabilmente questo dipende anche dalla strategia dei singoli giocatori, ma la mia impressione è stata che 2 sole carte pescate a caso nel corso della partita, e che raramente hanno effetto, sono una complicazione non del tutto motivata, che oltre tutto ha obbligato a includere nell’espansione una parte di plancia di gioco modificata (quella che contiene le pile di esagoni): infatti è necessario garantire che i Bonus e le Sfide scattino dopo che i giocatori hanno effettuato un uguale numero di turni di gioco, condizione che non sarebbe stata rispettata con pile di esagoni di dimensione pari a quelle specificate nella plancia della versione base.

In conclusione

Altra città chiusa da confini su due lati

Altra città chiusa da confini su due lati

Consiglio di leggere questo interessante articolo di Ted Alspach, tradotto in italiano dagli amici della Tana dei Goblin (per chi ancora non li conoscesse è la più grande community italiana di appassionati di giochi da tavolo e di società), in cui l’autore svela parecchi retroscena interessanti sulla progettazione di Suburbia Inc.

C’è poco da dire: questa espansione è un must have. Il prezzo è veramente competitivo; le nuove regole e i componenti aggiuntivi si integrano bene, e aumentano la longevità del gioco e la profondità delle opzioni strategiche a disposizione dei giocatori. Potrei ricominciare a tenere le dita incrociate sperando in un bis, che ne dite?

Ancora più Suburbia!

 

Mi trovi su:

Latest posts by CptWasp (see all)