SINTESI

Pro:   Il gioco fa parte della serie Pandemic e non perde il feeling con il capostipite. Si spiega in 5 minuti e si termina una partita in 20 minuti. Z-man non tradisce se stessa: materiali di primissimo ordine.   

Contro:   Scelte tattiche abbastanza semplici e qualche incombenza amministrativa di troppo.  

Consigliato a:   Amanti del gioco cooperativo e del tempo reale. Si consiglia i fanboy del gioco capostipite a leggere questa (o altra) recensione prima di acquisto compulsivo: il gioco a modo suo funziona benissimo ma la game experience è molto diversa da quella originale.

Valutazione Globale
Realizzazione
Giocabilità
Divertimento
Longevità
Prezzo

Idoneità al solitario:
bassa

Incidenza della fortuna:
discreta

Idoneità ai Neofiti:
discreta

Autore:
Kane Klenko

Grafica ed illustrazioni:
N.D.

Anno:
2019

Pandemic: Reazione Rapida rappresenta al meglio il concetto di spin off. PandemicPandemia, se preferite il titolo in italiano- da ormai molto tempo non è più solo il titolo (leggi la recensione) che qualche anno fa ha cambiato il gioco cooperativo. Dopo aver acquisito lo status di pietra miliare, il “gioco che non mescola tutte le carte” è diventato un vero e proprio brand che annovera diversi prodotti con meccaniche più o meno simili all’originale ma con dinamiche molto diverse. Prendete ad esempio Pandemic Legacy che permette di introdurre il gioco “one shot”, oppure Pandemic: la caduta di Roma che rende il gioco decisamente più complesso e meno astratto. Pandemic: la Cura (leggi la recensione) rappresenta invece il dice game di famiglia ed è forse il parente più prossimo al gioco oggetto di questa recensione. A parte l’uso dei dadi, i 2 giochi hanno in realtà poco in comune perché Pandemic: Reazione Rapida è un gioco real time con dinamiche e game experience diverse.

Veniamo all’ambientazione del gioco, anch’essa vicina ma non uguale all’originale: interpretate il ruolo di dottori e specialisti ai massimi livelli che fanno parte di una Unità Anticrisi. Siete stati dotati di un aereo e di attrezzature speciali che vi permettono di preparare quanto necessario per affrontare le crisi più disparate. Sarete gli unici in grado di fornire assistenza immediata alle città di tutto il mondo.

Unboxing

Unboxing

Unboxing

Il tabellone di gioco quindi rappresenta l’interno di un aereo ultra futuristico dotato di 5 laboratori (verde, giallo, bianco, blu e rosso; ognuno riconoscibile anche per un’icona), un centro di riciclaggio delle scorie e una stiva con tanto di comparto di sgancio, ovvero sia il posto da dove si può paracadutare quanto preparato nei laboratori e richiesto con urgenza dalle città.

Nel “Quartier Generale” non è possibile accedere ma serve da semplice magazzino per carte e pedine in gioco. Presto scopriremo quali.

La mappa e la rappresentazione dell’aereo che troviamo sulla scatola risulterà piuttosto familiare ai fanboy della serie tv Marvel “Agents of Shields” e al loro celeberrimo “Zephir one”. Per tutti gli altri ecco un breve filmato che potrà aiutarli a immaginare l’aereo iperattrezzato ed ipertecnologico su cui stanno per imbarcarsi:

Tutto intorno alla plancia troviamo il nome di 24 delle città che ben conosciamo da Pandemic raggruppate per continente e sistemate in una sequenza che di fatto rappresenta un loop “intorno” al globo (Classic style) o, versione per terrapiattisti, “sopra” il piano terracqueo.

Per ogni giocatore è previsto un set -riconoscibile per il colore- di 6 dadi a 6 facce: una faccia per ogni colore/icona dei laboratori che troviamo sulla mappa e una faccia con l’icona aereo. Completa il set del giocatore l’immancabile “birillo” colorato che rappresenterà, come in gran parte dei giochi “Pandemic”, il giocatore sulla mappa.

I dadi

I dadi il cuore pulsante di Pandemic Reazione Rapida

20 Casse di Scorte, ovverosia 4 cubetti di plastica per ognuno dei 5 colori/icone dei laboratori.

24 carte città che modellano le emergenze che scoppiano via via nel mondo. Ognuna di essa riporta una diversa combinazione di 4 (in rari casi 5) icone che rappresenta la combinazione di “Casse di Scorte” necessaria per risolvere l’emergenza.

Le Carte Città

Le Carte Città: Per risolvere la crisi di Mosca (ad esempio) servono 3 scorte di merci azzurre (acqua) e una scorta di merce gialla (energia)

7 carte ruolo che riportano su di essa un’abilità speciale. Come in “Pandemic” ad inizio partita ogni giocatore riceverà una di queste carte che caratterizzerà fortemente il suo comportamento.

1 Clessidra da due minuti. Due minuti? sì proprio solo 2 minuti!

La grande pedina aereo, i segnalini tempo e il segnalino scorie il tutto realizzato in plastica resistente, per meglio assorbire le strapazzate tipiche del gioco real time.

Le pedine del gioco

Le pedine del gioco: tutte realizzate in solida plastica. I giochi della Z-man si contraddistinguono sempre per la qualità dei materiali.

15 carte crisi, da utilizzarsi come complicanza per esperti.

Da sottolineare che tutto -proprio tutto- è limitato nelle quantità che il gioco mette a disposizione. Gli spazi nella stiva come il numero di merci per colore o i segnalini tempo: tutto è contingentato.

Setup (ufficiale e… ufficioso!)

Vediamo il setup del gioco base, che ci ha accompagnato per più di una partita:

Collocare il segnalino scorie sullo zero: in breve tempo si sposterà e tenerlo sotto controllo diventerà una vera e propria ossessione.

Collocare i cubi scorta merci all’interno dei laboratori dove dovranno essere prodotti.

La stanza di riciclo delle scorie

La stanza di riciclo delle scorie

Preparare 3 segnalini tempo e la clessidra nel quartier generale sulla mappa. Ogni volta che la clessidra termina, dovrete eliminare dalla scorta un segnalino tempo: il che significa che se non sarete abbastanza bravi ad aggiungerne altri, la vostra partita durerà non più di 6 minuti (!!??!!). Collocate quindi i segnalini tempo rimanenti vicino al tabellone confidando che presto potrete metterli in gioco.

Mescolate le carte Città e rivelatene 2. Piazzatele intorno alla mappa proprio sotto il nome della città corrispondente, poi piazzate l’aereo sulla prima carta girata che avete appena messo in gioco. Prendete altre 3 carte dal mazzo e mettetele coperte nel quartier generale e riponete le altre 19 carte nella scatola: non verranno utilizzate per questa partita.

Ogni giocatore prende il set di dadi e la pedina del suo colore.

Alcune carte ruolo

Alcune carte ruolo

Mescolate le carte ruolo e datene una ad ogni giocatore: il giocatore prende atto delle sue abilità speciali e poi piazza il proprio birillo nel luogo dell’aereo indicato dalla carta stessa.

Le versioni di gioco avanzato prevedono:

  • diverse combinazioni di carte Città da risolvere e segnalini Tempo;
  • la possibilità di aggiungere le carte “Crisi” che aggiungono tanta imprevedibilità e… guai.

Le carte crisi

Le carte crisi

A questo punto il setup previsto dal gioco sarebbe terminato. Ma dopo qualche partita già in questa fase imparerete a distribuirvi le incombenze “amministrative”:

  • Chi pensa a tenere in ordine i cubetti Scorte?
  • Chi segue l’andamento della traccia delle scorie? Si consiglia giocatore dalla voce possente: avrà il compito di avvisare gli altri giocatori che la situazione si sta facendo critica.
  • Chi gestisce le pedine Tempo e la clessidra che, silente, termina la sua corsa?

Ovviamente tutto questo non è obbligatorio ma a nostro avviso risulta molto utile per vincere la partita. Vediamo perché.

Il Gioco

Già dalla descrizione dei materiali e del setup la dinamica base del gioco risulta molto intuitiva:

  1. Consulto la mappa, verificando la posizione dell’aereo.
  2. Prendo atto delle città in emergenza e delle loro richieste di Scorte.
  3. Preparo, nei laboratori dell’aereo, le scorte di merci nei vari colori.
  4. Contemporaneamente, porto l’aereo verso la città a cui ho dato priorità.
  5. Stivo le merci pronte al paracadutaggio fino a che non sono giunto a destinazione.
  6. Consegno le scorte e ottengo un’altra unità di tempo.
  7. Tengo sempre sotto controllo il livello delle scorie.

Se risolvo tutte le criticità (carte città) prima della fine del tempo a disposizione e senza senza far collassare (arrivare a fondo scala) il livello dello scorie, vinco la partita.

Prima di addentrarci nelle meccaniche è bene che osserviamo l’immagine che segue e leggiamo attentamente la didascalia che spiega come vengono confezionate le Scorte. Tenete conto che ognuno dei 5 centri di produzione segue regole di accumulo diverse.

Step produzione 1

Questa + la traccia per la produzione delle scorte di merci rosse. Per produrre 1 segnalino servono 3 dadi “cerotto” (da mettere tutti nello stesso turno del giocatori), per produrre 2 scorte servono 4 (3+1) dadi “cerotto”, per produrre 3 scorte servono 5 (3+1+1) dadi “cerotto”

Step Produzione 2

Produzione delle scorte verdi: servono 1 dado con risultato verde, per produrre 0 scorte ma guadagnare lo step, 3 (1+2) dadi con risultato verde per produrre 1 scorta 5 (1+2+2) dadi con risultato verde per produrre 3 scorte

Da notare che se per l’approntamento delle scorte servono sempre combinazioni di facce di dado del medesimo colore della stanza corrispondente, nella stanza delle scorie il meccanismo di accumulo è assolutamente identico ma richiede facce sempre diverse (può essere usata anche l’icona aereo).  Ecco un esempio:

Eliminazione delle scorie

Eliminazione delle scorie: a questo punto il giocatore verde può eliminare 2 scorie (recuperando i dadi impiegati) oppure aspettare che lui o un altro giocatore aggiunga un dado con faccia VERDE o ROSSA per poi eliminare 4 scorie.

Per attivare la stiva di carico serve semplicemente una faccia che mostra l’icona aereo.

Ora che sappiamo cosa fare, spiegarvi come farlo è davvero molto semplice visto che il gioco riprende meccaniche “press your luck” classicissime e incontrate nei giochi più svariati: dai Tre porcellini a Vudu’ (per rimanere sui family games), da “Il Segno degli Antichi” a “Il gioco di Tex Willer” (per giochi un poco più corposi).

I giocatori svolgono il proprio turno uno alla volta, lanciando i dadi. Possono essere rilanciati, tutti o in parte, fino a due volte (quindi in totale i lanci possibili sono 3 a turno). I dadi possono essere spesi per ogni azione elencata che può essere attivata un numero qualsiasi di volte. Il giocatore può:

  • Completare step di produzione nella stanza in cui si trova (vedi sopra).
  • Ridurre la quantità di scorie radioattive se si trova nella stanza di riciclo (vedi sopra).
  • Muoversi in UNA stanza attigua utilizzando qualsiasi faccia di UN dado.
  • Utilizzare una qualsiasi icona aereo per spostare la pedina Aereo di una città, indifferentemente a destra o sinistra del tracciato.
  • Paracadutare le merci sugli obiettivi. Può fare questa azione se e solo se l’aereo si trova sulla carta corrispondente e la pedina del giocatore si trova nella stiva. Deve consegnare TUTTE le scorte richieste da quella città. Deve anche spendere un dado con l’icona aereo per attivare la zona.

Quando viene eseguita con successo una consegna di merci è necessario:

  1. rimuovere la carta dal bordo mappa;
  2. aggiungere un nuovo segnalino tempo alla scorta

Senza spendere alcun dado, un giocatore può inoltre attivare laboratori e magazzino delle scorie.

Nel caso si attivi la produzione di un laboratorio:

  1. vengono prodotte le Scorte nelle quantità previste: prendete le pedine scorte corrispondenti e mettetele in uno spazio nella stiva.
  2. Vengono lanciati tutti i dadi che hanno contribuito alla produzione: le scorie aumenteranno con una probabilità statistica del 50% per ogni dado.

Quindi, sempre statistiche alla mano dopo circa 20 dadi lanciati per questa ragione la scala delle scorie sarà arrivata in fondo con conseguente sconfitta dei giocatori. Per evitare che questo accada, è necessario che qualche giocatore attivi anche la stanza delle scorie per far arretrare il contatore.

Produzione in corso

Produzione in corso: prendere 2 o tentare il colpaccio aggiungendo un altro dado per produrre 3 scorte?

I dadi piazzati su stanze scorte e scorie vengono restituiti ai legittimi proprietari solo dopo l’attivazione della stanza. Un giocatore può quindi lasciare, alla fine del suo turno, dadi sulla mappa aiutando qualche altro giocatore a fare risultati più corposi ma se le stanze dove sono stati piazzati non si saranno attivate prima che il turno torni a lui, egli effettuerà il proprio turno con un numero inferiore di dadi!

La caratteristica che più ci è piaciuta di “Pandemic – Reazione Rapida” è il fatto che il tempo che passa innesca meccanismi totalmente avulsi dalle attività dei giocatori. Questo permette di evitare situazioni progressivamente peggiorative/migliorative. Con questo intendiamo che se i giocatori in un qualsiasi momento si trovano in forte difficoltà per aver magari accumulato nella stiva molte Scorte, con un paio di consegne effettuate in poco tempo potrebbero tornare a respirare e riuscire persino a dedicare qualche secondo per parlare su come proseguire. Evitare l’effetto “china sempre più ripida” o “discesa sempre più agevole” con sole poche paginette di regole è sicuramente una nota di merito, come sempre però c’è un lato oscuro della forza: Pandemic Reazione Rapida ha bisogno di attività gestionali importanti (per un gioco real time) e completamente slegate dalle attività dei giocatori.

Il movimento dell'aereo

Il movimento dell’aereo: il giocatore blu ha deciso di muovere l’aereo. Ha ottenuto 2 risultati con icona aereo. Ora può muovere la pedina a sinistra per raggiungere Madrid  oppure raggiungere Los Angeles spendendo un dado e rilanciando l’altro. Naturalmente potrebbe spendere 2 dadi verso destra per sorvolare Los Angeles e andar oltre

In qualsiasi momento la clessidra termini la propria corsa, è necessario:

  1. eliminare un segnalino tempo da quelli disponibili (se non ce ne sono più allora la partita termina con una sconfitta dei giocatori);
  2. scoprire una nuova carta città e piazzarla sotto al proprio nome sul bordo mappa: abbiamo adesso una nuova emergenza da affrontare. Quindi le nuove emergenze emergono in modo del tutto autonomo rispetto alla soluzione di quelle già in essere.

Vi consigliamo vivamente di valutare l’opportunità di sostituire la clessidra con un qualsiasi timer da cellulare che rispetto al mezzo analogico presenta il vantaggio di “fare rumore” alla fine del tempo e vi permette di variare (house rule) i 2 minuti in più nelle prime partite o in meno se preferite versioni hard che non aumentino il numero di carte città da risolvere.

Sgancio!

Sgancio! Stive piene di ogni ben di Dio, dado con icona aereo disponibile e giocatore verde nel posto giusto: se l’aereo avesse raggiunto le città di Madrid e Los Angeles (vedi foto precedente)…

Bottom line

Il riferimento alla serie Pandemic regge, anzi inevitabilmente Pandemic Reazione Rapida elimina i 2 punti di attenzione da sempre contestati a Pandemic: la tendenza alla paralisi da analisi e il leader dominante. C’è troppo poco tempo per queste cose!

La meccanica di base è però davvero elementare, come abbiamo detto non molto diversa da quella di alcuni famosi family game. Certo le combinazioni di più elementi da chiudere nello stesso turno richiedono qualche calcolo in più della media ma rimane comunque un gioco dove le scelte tattiche sono piuttosto semplici.

La sfida del gioco sta nel ritmo incalzante. Da questo punto di vista Pandemic Reazione Rapida è molto impegnativo perché il tempo è davvero poco!

Come abbiamo sottolineato in diverse occasioni, oltre alle dinamiche di gioco, la meccanica porta a richiedere qualche azione amministrativa che diventa inevitabilmente parte della dinamica del gioco. Gestire bene e velocemente l’aumento delle scorie o con prontezza riprendere i dadi o ancora muovere celermente e correttamente l’aereo incide quasi quanto fare una buona mossa. Accettata questa peculiarità, il gioco risulta divertente.

A noi è piaciuto più in 2 giocatori che non in 4. A tavolo pieno il caos aumenta e, rimanendo immutato il tempo totale della partita (circa 20 minuti), si giocano meno turni. Se vi piace mettere alla prova la capacità di coordinarsi del vostro gruppo di 4 amici, avete trovato un incredibile attrezzo per allenarvi!

Se vi piacciono i paragoni, provate ad immaginare Xcom con una game experience meno strutturata ed impegnativa ma tutto sommato simile: gioco cooperativo in tempo reale, con forte specializzazione dei ruoli e con i giocatori impegnati in una sorta di tower defense: piovono addosso problemi e bisogna darsi da fare per sistemare le cose.

Pandemic: Reazione Rapida non piacerà a tutti i fans della serie ma ha sicuramente un posto ben delineato nella collana.

Si ringrazia Asmodee per aver messo a disposizione una copia di valutazione del gioco.

Ti interessa qualche altro gioco? Forse lo abbiamo già recensito…

Mi trovi su:

Balena

Angelo, “the Great Old One”

vedi la biografia>>
Balena
Mi trovi su:

Latest posts by Balena (see all)