FORGOTTEN WATERS IN SINTESI

scelto_da_noi-trasp_150Pro: 7 pirati tutti ad un tavolo? Anche nei vostri “party” ora potete invitare più amici e prepararvi a bassezze di ogni genere. Gioco ben ambientato e illustrato.

Contro: i tempi di gioco si allungano, soprattutto in fase di “creazione del personaggio” all’aumentare dei giocatori al tavolo facendo perdere un po’ di attenzione ai meno motivati.

Consigliato a: amanti dei giochi narrativi e giocatori che vogliono addentrarsi in una storia con “un pizzico di german” nelle regole.

 

Valutazione Globale
Realizzazione
Giocabilità
Divertimento
Longevità
Prezzo

Idoneità al solitario:
assente

Incidenza della fortuna:
buona

Idoneità ai Neofiti:
buona

Autore:
Mr. Bistro, J. A. Ellis, I. Vega

Grafica ed illustrazioni:
A. Fadeev, N. Tikhomirova

Anno:
2020

Forgotten Waters in una citazione?
“È curioso, l’unico modo rimasto ad un pirata di ricavare un profitto sembra sia tradire altri pirati.” – (da “I Pirati dei Caraibi”) –

Eh sì, quanta saggezza nelle parole di Sao Feng (il “pirata nobile di Singapore” del famoso film), anche se probabilmente non avrebbe mai pensato potessero spiegare il tema di Forgotten Waters, gioco da tavolo di Asmodee Italia, dove 3 – 7 giocatori vestono i panni di membri della ciurma di una temutissima nave pirata, in partenza per un’incredibile avventura.

forgotten waters - asmodee - balenaludens

La scatola di Forgotten Waters

Tutti insieme… fino ad un certo punto, in quanto se si muore è finita per tutti: ma alla fine chi si distingue di più, vincerà la partita.

Forgotten Waters: Unboxing

Circa una quindicina di ore di gioco sono racchiuse in una scatola quadrata ricca di materiale e token in cartoncino spesso, resistente e ben illustrato.

Ma non di solo cartone vive un grande pirata: Forgotten Waters include infatti anche 6 plance da distribuire tra i giocatori, segnalini Navigazione, un blocco intero di schede giocatori differenti e un blocco dello Scrivano, per tenere traccia dell’andamento della partita.

forgotten waters - asmodee - balenaludens

La Vela Mascherata è pronta a salpare: destinazione “Oltre i confini dell’Oceano”.

 Ne completano la dotazione 4 mazzi di carte:

  • Carte Tesoro
  • Carte Obiettivo
  • Carte Storia
  • Carte Forziere

Ultimo, ma forse primo tra i materiali per importanza nel gioco, il Libro dei Luoghi che in tandem con il sito fwcrossroads.com (da questo momento in poi lo chiameremo “App”) vi guiderà in tutte le vostre 5 avventure per ora disponibili di Forgotten Waters.

forgotten waters - asmodee - balenaludens

Un esempio dell’App: non è spoiler ma abbiamo un po’ sbiancato i testi, a voi se leggerli…

Set up

Oltre a guidarvi nella storia l’App di Forgotten Waters vi assisterà, di volta in volta, nel setup dell’avventura che vi apprestate a vivere con la vostra ciurma.

Prima di avviarla però iniziate a disporre sul tavolo il materiale e fate scegliere ad ogni giocatore un personaggio e una scheda presa (casualmente) tra le molte disponibili. 

Ponete il Libro dei Luoghi al centro lasciando spazio adeguato per poterlo aprire successivamente e tenete tutti i token e i mazzi di carte a portata di mano per poterne usufruire ogni volta venga richiesto dal gioco.

É ora il momento di addentrarsi nella parte “di ruolo” del gioco: ogni giocatore infatti deve scegliere il nome del proprio personaggio (potete lavorare di fantasia o farvi quattro risate scegliendo con il Generatore di nomi Pirateschi che trovate in fondo al regolamento, che suggeriamo caldamente!).

forgotten waters - asmodee - balenaludens

La scheda del pirata Kev “Tibie Crociate”, abilissimo oratore. sullo sfondo il mare!

Una volta compilati gli spazi vuoti della seconda pagina della scheda, ognuno avrà il Background del proprio pirata pronto per essere condiviso con gli altri. Continuate quindi il divertimento leggendo a turno la vostra storia a voce altra. 

Lo ammettiamo, questo potrebbe essere un passaggio un po’ lunghetto se giocate in tanti, ma quale ciurma partirebbe per un’avventura del genere senza conoscere i “poco-fidati” compagni?

Assegnate poi ad ognuno un ruolo tra i 7 previsti (o più di uno a testa in caso giochiate in meno di 7) e la relativa plancia: vedremo tra poco a cosa servono…

Ora lanciate l’App su un qualsiasi device (smartphone, tablet, computer…), scegliete l’avventura che desiderate giocare e terminate il setup guidato.

Salpiamo!

Il gioco

Forgotten Waters è composto da 5 avventure (6 se consideriamo che la prima è divisa in 2 parti) indipendenti una dall’altra, che quindi potrete giocare in qualsiasi ordine contando su circa 2-3 ore di gioco l’una.

Il consiglio è quello però di partire giocando “Oltre i confini dell’Oceano”, in modo da prendere dimestichezza con le regole del gioco.

Forgotten Waters si presenta come un mix di 2 meccaniche: quella narrativa (di ruolo) e quella di “worker placement” (piazzamento lavoratori).

Partiamo dalla prima spiegando rapidamente il concetto dei ruoli: ogni pirata, come accennato in precedenza copre uno o più ruoli durante la partita. Questi conferiscono ad ognuno alcune responsabilità e in alcuni casi l’ultima parola sul da farsi in un determinato ambito.

forgotten waters - asmodee - balenaludens

Il tracciato dell’Infamia: chi ne ha di più, riceve più considerazione dalla ciurma!

Ma vediamoli in dettaglio:

  • lo Scrivano – scrive e consulta le informazioni sul diario di bordo, guida gli altri nella ricerca di un nome per la nave e tiene traccia dell’avanzamento dei momenti chiave dell’avventura;
  • il Quartiermastro – responsabile della Fase di Pianificazione, tiene traccia dell’Infamia dei personaggi;
  • il Primo Ufficiale – responsabile dell’equipaggio, della fame e di evitare il malcontento della ciurma;
  • il Nostromo – si occupa dello scafo della nave e allerta quando si arriva a momenti critici che necessitano di riparazione urgente;
  • il Bottaio – senza scorte anche la più temibile nave va alla deriva. Lui ne è il responsabile;
  • l’Artigliere – addetto ai cannoni della nave, segue tutte le parti di “combattimento” variando i settaggi della plancia relativa;
  • la Vedetta – tiene traccia dell’obiettivo attuale (che può variare più volte durante una partita) e del livello di minaccia che influenza alcune fasi del gioco e la sua possibile fine.

Non sono richieste abilità particolari per svolgere un ruolo in Forgotten Waters, ma l’espediente per cercare di coinvolgere le persone durante le fasi è sicuramente un’idea apprezzabile, anche se purtroppo spesso si rivela un semplice “aggiungere token, spostare segnalini…” che comunque viene gestito un po’ da tutti al tavolo.

La parte di immedesimazione e differenziazione dei personaggi è anche accentuata dalla scelta delle differenti schede personaggio che presentano livelli di abilità raggiungibili differenti e obiettivi evento personalizzati (così come finali differenti!).

Ogni round di gioco di Forgotten Waters è diviso in 3 fasi distinte, che iniziano e si concludono su una specifica pagina del Libro dei Luoghi, segnalata di volta in volta dall’App.

Una volta aperta la pagina designata, nella parte sinistra potete osservare un’illustrazione del luogo in cui vi trovate, con il nome ed eventuali indicazioni generali che vi servono sia per contestualizzare visivamente l’avventura sia per farvi un’idea di cosa vorreste fare.

forgotten waters - asmodee - balenaludens

Mare mosso in vista: attenzione a vento e navi nemiche.

Nella parte di destra invece, divisa a sua volta a metà, trovate da 5 a 7 tipologie di azioni che potete intraprendere durante questo round e la loro descrizione.

Vediamo quindi le fasi:

  1. Fase di Pianificazione

Cliccate sul pulsante “Avviare il timer” sull’App e… via alla vita frenetica su una nave pirata: avete 40 secondi per prendere il token del vostro personaggio e posizionarlo su uno degli slot azioni disponibili (pena aumento del tracciato malcontento della ciurma!).

Ci sono di 4 tipi di azione:

  • azione illimitata – più giocatori possono scegliere questo spazio;
  • azione limitata – solo 1 giocatore può occuparne lo spazio;
  • azione bloccata – per qualche motivo questo spazio non è più (o non è al momento) occupabile;
  • azione obbligata – esattamente 1 giocatore deve obbligatoriamente scegliere questa azione.  

forgotten waters - asmodee - balenaludens

Il libro dei Luoghi: alcune azioni sono bloccate e inutilizzabili.

Si procede così nel piazzamento dei propri personaggi (da qui la meccanica di cui parlavamo poco sopra) in ordine di Infamia, dal giocatore che ne ha di più a scalare.

Ogni spazio azione presenta una serie di icone che fungono da suggerimenti di massima riguardo vantaggi e/o svantaggi che si potranno ottenere svolgendo la stessa: così si potrà anche decidere insieme (ma sempre nei 40 secondi) se qualcuno dovrà dedicarsi al bene comune, come riparare lo scafo che è in condizioni critiche o cercare di aumentare le provviste oltre che aumentare le proprie abilità personali per raggiungere fama e vittoria! La scelta finale è sempre lasciata al singolo giocatore.

Aumentare i livelli delle proprie abilità (esplorazione, forza, caccia, mira, spavalderia e navigazione) permette al singolo giocatore di superare più facilmente le prove di quel tipo che alcuni spazi azione richiedono per determinarne l’esito.

forgotten waters - asmodee - balenaludens

La mappa di navigazione di Forgotten Waters: scogli, isole e navi nemiche da affrontare.

Il superamento delle prove avviene proprio in stile Gioco di Ruolo, dove il valore raggiunto in quel tipo di abilità viene sommato al risultato del lancio di un dado da 12.

Aumentare nei livelli ha anche uno scopo legato al risultato di vittoria finale dell’avventura: ogni volta che per salire livello si copre una casella con una stella, si avanza anche nel percorso della costellazione della scheda personaggio determinando così il numero di “!” (eventi costellazioni, con l’icona del punto esclamativo) che daranno punti a fine partita.

  1. Fase delle azioni

A partire dalle azioni più in alto nella pagina (quindi dal numero 1 a salire) i giocatori risolvono gli slot dove è presente il proprio token andando a leggerne i dettagli sul paragrafo alla loro destra: si determinano quindi gli esiti grazie al superamento di prove abilità o semplicemente facendo sceglie con libero arbitrio cosa sia meglio in quel momento per l’avventura, per la ciurma o per sé stessi!

Negli spazi dove è possibile che vi siano più giocatori, l’ordine di risoluzione seguirà quello del tracciato Infamia: non facciamo troppo i moralisti, si sa che è una delle caratteristiche migliori per uno spietato pirata!

Dopo che tutti hanno risolto la propria azione, si passa alla:

  1. Fase di Fine round

Sotto l’elenco delle azioni trovate sempre un box “FINE ROUND” seguito da un numero di brano da inserire nell’APP per capire cosa è accaduto, proseguire con la storia e dare il via ad un nuovo round.

La partita continua con questa dinamica finché non si verifica uno dei seguenti avvenimenti:

  1. Annegamento: quando il livello dello scafo arriva a 0, tutti perdono!
  2. Ammutinamento: perdono tutti anche quando il livello di ammutinamento è pari o superiore a quello dell’equipaggio.
  3. Minaccia: “adios amigos” anche se l’ultimo evento Minaccia viene raggiunto.

forgotten waters - asmodee - balenaludens

Alcune schede di Forgotten Waters e il dado a 12 faccie.

Obiettivo (scenario) raggiunto: finalmente una notizia positiva! Quando un brano vi conferma di aver terminato con successo lo scenario, tutti i giocatori che hanno raggiunto almeno 4 eventi costellazione, hanno vinto… per gli altri, resta solo un po’ di rum (di bassa qualità!) e una storia da raccontare ai posteri.

Conclusioni

La prima partita a Forgotten Waters (in 6) ci ha visto dedicare gran parte della serata alla “creazione” e lettura delle storie dei personaggi, portando con sé divertimento e risate.

Con il proseguire dell’avventura, il legame tra storia del personaggio, la storia dell’avventura e le azioni intraprese non hanno mantenuto quella coesione che ci aspettavamo da un “esperimento” di questo tipo: è secondo noi il principale difetto.

Sembra che la storia prosegua indipendentemente da tutto e i giocatori si trovano spesso a ripetere azioni molto simili, ad esclusione di alcune eccezioni.

forgotten waters - asmodee - balenaludens

La plancia del Primo Ufficiale: Malcontento e troppa sono da tenere ben lontani l’uno dall’altro!

La meccanica di selezione delle azioni è un bel Doblone con 2 facce: interessante la continua scelta che viene proposta, che implica che per salire nel tracciato infamia bisogna ragionare più egoisticamente (e ci sta tutto!), ma per farlo si rischia di lasciare andare a deriva la barca, perdendo tutti la partita!

D’altro canto se non si sale nel tracciato Infamia, in molti luoghi l’ultimo giocatore (o in alcuni casi anche gli ultimi 2) si ritrova a dover piazzare il proprio personaggio su uno degli slot azione obbligatori, togliendo un po’ di interesse e coinvolgimento nella partita.

Forgotten Waters però è un po’ come un film che parte lento ma poi si riprende nel ritmo e nel coinvolgimento della ciurma e, con i giusti pirati al tavolo, può regalare ore di piacevoli avventure attraverso acque sempre più agitate!

 

Ringraziamo Asmodee Italia per la review-copy usata per questa recensione.

Ti interessa qualche altro gioco? Forse lo abbiamo già recensito…

Quelli del camioncino…

Siamo su Facebook

emmepi14
Latest posts by emmepi14 (see all)