SINTESI

Pro: Meccanica di gioco e ambientazione al livello di un gioco di ruolo. Alta longevità. Edizione ben curata.

Contro: Illustrazioni. Prezzo superiore alla media.

Consigliato a: Lettori esperti che amano meccaniche simili a giochi di ruolo.

Valutazione Globale
Realizzazione
Giocabilità
Divertimento
Longevità
Prezzo

Tipologia:
librogame

Incidenza della fortuna:
elevata

Idoneità ai Neofiti:
bassa

Autore:
David Sharrock

Grafica ed illustrazioni:
V. Gonciar

Anno:
2019

Di fianco alle molteplici e interessanti uscite di autori italiani del 2019, la Providence Press ha lanciato coraggiosamente un librogame straniero abbastanza sconosciuto in Italia, intitolato “Malice della Valle di Mezzo”. Esso è il primo libro della Trilogia del Portatore di Falce, scritta da David Sharrock.

Ambientazione e Trama:

Il mondo fantastico di Yarnia, che ospita le avventure del portatore di falce, fu colpito in passato da un inverno nucleare; quando i ghiacci iniziarono a ritirarsi, sorsero nuove civiltà umane, composte dalle stirpi degli uomini sopravvissuti. Queste civiltà ancora vergini purtroppo devono ancora oggi fare i conti con una minaccia proveniente dall’abisso, che cerca di invadere le loro terre: malefiche creature nate dall’immaginazione stessa del caos!

Voi vestirete i panni di un giovane bracciante, che decide, raggiunta la maggiore età, di partire in cerca di avventure per le terre selvagge, in quanto i confini del paesino e della fattoria dove è cresciuto sono diventati ormai troppo stretti e soffocanti. Purtroppo la sua sete di vedere il mondo non lo porterà molto lontano, perché viene presto raggiunto dalla notizia che le streghe di Irgin stanno attaccando proprio il suo villaggio. Dopo un precipitoso rientro trova i suoi genitori ed uno dei suoi fratelli senza vita, mentre l’altro dei suoi fratelli sembra sia stato inspiegabilmente risparmiato e rapito dalle streghe. Senza pensarci troppo, come si fa per le persone che si amano davvero, il protagonista parte per un inseguimento sfrenato per tutto il territorio di Yarnia, armato della sua fedele falce da lavoro.

Malice della Valle di Mezzo

 Malice della Valle di Mezzo-Mappa di alcune delle terre di Yarnia, purtroppo poco leggibile

Materiali di gioco:

Si tratta di un volume di buona fattura, che si lascia maneggiare più che discretamente, nonostante la presenza di ben 650 paragrafi e le grosse dimensioni.

La copertina è lucida ed è impreziosita da una gradevole illustrazione di V. Gonciar, raffigurante una delle tante aberrazioni che dovrete affrontare. Le illustrazioni interne e la mappa di gioco, realizzate da altri illustratori, sono probabilmente il tasto dolente del librogame, in quanto le prime non sono di eccelsa qualità e solo filler art (riempitive), mentre la mappa risulta oggettivamente poco leggibile. Tutt’altro discorso va fatto per il registro di gioco, che è stato curato in maniera estremamente precisa, risultando anche molto gradevole agli occhi.

Malice della Valle di Mezzo

 Malice della Valle di Mezzo-Due delle quattro pagine che compongono il registro di gioco- ben strutturato e gradevole

Meccaniche di gioco:

Qui c’è davvero da levarsi il cappello! Sono pochissimi i librogame che possono contare su una componente ludica di questo livello di qualità e complessità. Il regolamento si estende infatti per diverse pagine, ma è allo stesso tempo molto scorrevole, chiaro e preciso, lasciando pochissimi dubbi già al termine della prima lettura: in questa recensione cercheremo di darvi solo un’idea, rimandandovi al regolamento per esempi più dettagliati.

Il primo passo è la creazione del personaggio, determinando il valore delle sei caratteristiche principali, attraverso il tiro di un dado a sei facce; i valori delle sei caratteristiche potranno essere modificati dagli eventi del gioco (in positivo e negativo), prendendo il nome di valore modificato. Inoltre avrete la possibilità di divertirvi aggiungendo ad ognuna di queste uno degli equipaggiamenti, che potranno conferire ulteriori bonus. Le caratteristiche vi serviranno per affrontare delle sfide durante l’avventura, in cui sarà necessario raggiungere un valore minimo indicato nel testo, sommando il valore della caratteristica indicata ed il risultato del tiro di un dado a sei facce.

Molto interessante l’introduzione degli argomenti, che potranno svolgere differenti funzioni, in alcuni casi assimilabili alle classiche parole chiave per far evolvere gli avvenimenti nel libro coerentemente alle scelte compiute; in altri casi serviranno per approfondire le nostre conoscenze dei segreti che il mondo di Yarnia nasconde; in altri momenti saranno in grado di inserire un fattore tempo al racconto, per far avvertire al lettore l’adrenalina delle situazioni più difficili e rischiose per il protagonista.

Un altro aspetto molto peculiare è la struttura dei combattimenti, dove si sfideranno casualmente le caratteristiche dei contendenti, dando vita ad una serie di effetti condizionati sempre diversi, a cui si aggiungerà una componente strategica e gestionale attraverso l’uso delle pietre magiche ed altri oggetti.

Nel caso tutto questo vi abbia spaventato, il libro vi offre la possibilità di iniziare subito l’avventura, senza leggere neanche il regolamento, con una modalità semplificata, in cui la parte ludica si ridurrà a compiere le scelte nei bivi e prendere nota delle parole chiave (argomenti).

Malice della Valle di Mezzo

 Malice della Valle di Mezzo-Una delle più carine immagini filler art

Esperienza di gioco e stile di scrittura:

In una parola l’esperienza di gioco è emozionante, in quanto il protagonista così come voi avrà davanti un mondo fantastico tutto da scoprire, che l’autore ha studiato in maniera stupefacente in ogni più piccolo dettaglio. In questo modo non avrete difficoltà a sentire vostre le emozioni e la sensazioni del protagonista nell’affrontare difficoltà ed imprese più grandi di lui, che spesso richiederanno di lanciare semplicemente il cuore oltre l’ostacolo.

La lettura nella modalità completa del gioco è senza dubbio molto impegnativa, in quanto sono presenti sempre nuove informazioni da registrare, molteplici oggetti, pietre magiche, talismani, mille dadi da tirare e molto altro ancora.

Lo stile di scrittura di Sharrock è molto descrittivo, offrendo da un lato al lettore una visione chiara di ogni meraviglia che Yarnia ha da offrire, ma rendendo dall’altro lato i paragrafi a volte un po’ troppo corposi per un librogame.

La trama principale è lineare e raggiunge abbastanza rapidamente l’unico finale, tuttavia il comparto narrativo sarà notevolmente arricchito dalle tantissime sottotrame e da dettagli da scoprire.

 

Conclusione:

Malice della Valle di Mezzo, nel suo genere, è un volume assolutamente eccellente. La grandezza del volume, il costo importante e il livello di impegno per affrontarlo lo rendono poco adatto a giocatori con poca esperienza, che potrebbero metterlo da parte con frustrazione, smorzando il loro entusiasmo; i giocatori più esperti avranno tra le mani un volume che potrà soddisfarli sotto ogni punto di vista con tantissime ore di gioco di grandissima qualità.

L’acquisto del libro è possibile attualmente solo sul sito dell’editore e sono rimaste al momento pochissime copie. Il secondo volume della trilogia sembra sia stato già ultimato da Sharrock e non crediamo che passerà molto tempo prima dell’annuncio ufficiale.

Ti interessa qualche altro gioco? Forse lo abbiamo già recensito…

Quelli del camioncino…

Siamo su Facebook

drwho
Latest posts by drwho (see all)