La nouvelle vague dei giochi da tavolo più leggeri evidentemente prevede di prendere un’ambientazione dalla forte vocazione cinematografica, conferirgli una bella connotazione tridimensionale e, poi, buttare tutto in caciara con un eterno scontro tra bene e male. Prendete, ad esempio, Colt Express: siamo nel Far West, c’è un bel trenino di cartone e il gioco si focalizza essenzialmente sul più classico dei “guardie e ladri”, che vede contrapporsi i giocatori/banditi allo sceriffo. Burgle Bros. presenta forti similitudini, ma anche qualche differenza sostanziale, che lo rende di fatto molto intrigante: si tratta, infatti, di un gioco poliziesco cooperativo, utilizzabile anche in solitario.

 

Avete presente tutti quei film che hanno per protagonista una banda di ladri, assortita nel modo più vario possibile, spaziando dall’acrobata alla casalinga, dalla femme fatale al pazzo dinamitardo? Giusto per citare qualche titolo, vi ricordiamo “I soliti ignoti” di Monicelli, “Colpo grosso” con Sinatra e il remake di Soderbergh “Ocean’s Eleven”, ma potremmo andare avanti per ore con questo elenco. Burgle Bros. è un cooperativo da 1 a 4 giocatori (quindi giocabile anche in solitario) che ricalca proprio queste ambientazioni: i partecipanti impersonano, infatti, una gang che deve fare il classico “colpo” in banca oppure negli uffici di un’importante multinazionale, evitando guardie, allarmi e altri sistemi di sicurezza.

Al momento, gli scenari inclusi sono due, con tanto di set up per muri e altri elementi scenici, che andranno a determinare i percorsi da seguire per raggiungere casseforti, computer e altri obiettivi, che invece verranno sistemati casualmente. La meccanica del gioco è un mix di piazzamento, push your luck e lanci di dadi: la fortuna ha sicuramente un ruolo molto importante, ma le abilità peculiari di ogni ladro, gli utensili che vengono raccolti strada facendo e la collaborazione con gli altri membri del team sono essenziali per vincere, anche perché la sconfitta di un solo membro comporta la disfatta per tutti, perché – coerentemente con l’ambientazione – l’arrestato spiffererà i nomi dei complici.

L’ambientazione sembra essere, quindi, il punto di forza di questo titolo, che propone un’esperienza rapida – la partita dovrebbe durare attorno all’ora di gioco – ma piuttosto immersiva, grazie anche alla grafica pulita e piacevolmente fumettosa. A proposito di ambientazione, per valorizzare ulteriormente questo aspetto, con 48 dollari in più gli interessati possono acquistare, oltre al gioco, una vera e propria torre in legno tridimensionale da assemblare, alta circa mezzo metro.

In poco più di una settimana, Burgle Bros. ha raccolto oltre 100.000 dollari – niente male per una casa semi-esordiente – e questo ha permesso di sbloccare diversi stretch goal davvero interessanti: i segnalini delle guardie saranno sagomati, i muri verranno fabbricati in legno e le carte saranno telate, mentre il prossimo upgrade prevede che i 9 meeple dei ladri vengano realizzati uno diverso dall’altro, riprendendo la grafica delle schede personaggio.

Consigliato a: chi ha apprezzato Colt Express soprattutto per la sua cinematograficità e il trenino tridimensionale; chi cerca un cooperativo leggero e scanzonato, ma dalla forte ambientazione.

Livello di hype: medio-alto.

Pledge minimo: 36 dollari (spese di spedizione incluse).

Spedizione EU-friendly: sì.

Scadenza: 4 aprile 2015.

Mercuzio

Luca, "the Nightwriter"

vedi la biografia >>
Mercuzio

Latest posts by Mercuzio (see all)